Eliminare la piccola gobba da postura con alcuni semplici esercizi da fare in casa

Molti lettori di ProiezionidiBorsa sanno sicuramente a cosa ci si riferisce quando si parla di questa piccola gobba da postura che compare alla base del collo, in mezzo alle scapole. Questa non è altro che un deposito di tessuto grasso, che ha la funzione di proteggere la colonna vertebrale. Può diventare un problema estetico, a lungo andare: specie in tempi di smartworking e di lavoro da ufficio stando spesso davanti al computer. La postura sbagliata può accentuare questa gobba e provocare perfino fastidiosi dolori.

ProiezionidiBorsa TV

La prima cosa da fare per correggere questo problema è mantenere una postura corretta, con le spalle dritte e il mento alto. Ma ci sono anche alcuni semplici esercizi da poter fare.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Eliminare la piccola gobba da postura con alcuni semplici esercizi da fare in casa

Il primo è il cosiddetto YWTL. Si chiama così perché riproduce con alcuni movimenti di stretching simbolicamente queste lettere. Si inizia con le gambe ben piantate, le braccia verso l’alto, palmi rivolti avanti, scapole chiuse, stirando la colonna vertebrale e spingendosi verso l’alto. Da questa posizione si piegano le braccia, tenendo sempre le scapole chiuse, puntando i gomiti verso terra. Poi si estendono le braccia verso l’esterno richiamando la lettera T in una posizione stile ‘angelo’. Infine, si piegano nuovamente le braccia puntando però stavolta i gomiti verso il costato, palmi verso avanti, scapole sempre chiuse per riprodurre una L. Tutte le posture sono da tenere per circa 30 secondi e l’intero circuito da ripetere 3 volte per intero.

Un secondo esercizio molto utile per eliminare la piccola gobba da postura è quello che in inglese si chiama ‘Pull Arm/Tilt Head’. Si portano le braccia dietro la schiena, afferrando con la mano sinistra il polso destro. A questo punto, si stendono le braccia, con i gomiti dritti, chiudendo bene le scapole, e infine si piega il collo all’indietro per guardare verso l’alto. La posizione va tenuta per circa trenta secondi, anche qui con tre ripetizioni. Non ci si deve dimenticare di espirare dolcemente quando si piega il collo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te