Elezioni comunali: rush di Sala, Lepore e Manfredi eletti al primo turno, Occhiuto presidente della Calabria

Si chiudono con una raffica di sorprese le elezioni comunali nelle principali città italiane. Milano, Napoli e Bologna chiudono la partita al primo turno, mentre Roma e Torino vanno al ballottaggio. Nella Capitale, il candidato del centrodestra Enrico Michetti (30,15%) sfiderà nel testa a testa il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri (27,03). Exploit dell’ex Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. Lo hanno votato più della sindaca uscente Virginia Raggi con il suo partito Azione (19,82% contro 19,08%). Sorprende il risultato delle elezioni comunali: rush di Sala, Lepore e Manfredi eletti al primo turno, Occhiuto presidente della Calabria. Vediamo ora nel dettaglio con la Redazione Attualità di ProiezionidiBorsa.

Elezioni comunali: rush di Sala, Lepore e Manfredi eletti al primo turno, Occhiuto presidente della Calabria

A fine scrutinio in 1.248 sezioni a Milano, Giuseppe Sala è sindaco con il 57,73%. Il centrodestra con Luca Bernardo spunta il 31,97%. Altri hanno raccolto le briciole: tra i più votati Luigi Paragone col 2,9%, Layla Pavone (M5S) col 2,70%, Gabriele Antonio Mariani (Milano in Comune e Civica Ambienta lista). Fermo all’1,57%, Giorgio Goggi (Socialisti di Milano, Milano liberale). Anche Bologna salta il ballottaggio. Nelle 445 sezioni, il 61,9% dei voti è andato al centrosinistra: Matteo Lepore è sindaco, Flavio Battistini raccoglie il 29,64% dei voti. A Napoli Gaetano Manfredi (PD, Movimento 5 Stelle e altri partiti di centrosinistra) è eletto al primo turno con il 62,90%. Catello Maresca del centrodestra si ferma al 21,87%. Niente da fare per Antonio Bassolino all’8,19% e Alessandra Clemente al 5,58%. Antonfrancesco Vivarelli Colonna (centrodestra) è il nuovo sindaco di Grosseto. Ha ottenuto il 56,2% dei voti, contro il 31,09% di Leonardo Culicchi.

Il testa a testa a Torino e Trieste

Si va al ballottaggio a Torino dove gli elettori hanno votato in 919 sezioni. Il candidato di centrosinistra Stefano Lo Russo ha ottenuto il 43,86% e il candidato di centrodestra Paolo Damilano al 38,90%. La candidata di M5S ed Europa Verde Valentina Sganga si è fermata al 9,01%. Anche qui gli altri candidati hanno ottenuto davvero poco. Angelo D’Orsi (Sinistra anticapitalista-Rifondazione comunista-dema Pci, Potere al Popolo) supera il 2,53%, Ugo Mattei (Futura per i beni comuni) tocca il 2,32%. Gli altri candidati sono tutti sotto l’1%. Si va al ballottaggio a Trieste tra il candidato del centrodestra Roberto Di Piazza e Francesco Russo. In Calabria il candidato di centrodestra Roberto Occhiuto è stato eletto al primo turno presidente della Regione con il 54,46% dei voti. La sfidante, appoggiata tra le altre liste da Pd e M5s, Amalia Cecilia Bruni si è fermata al 27,68%.

Consigliati per te