Economia tedesca in frenata, e Draghi?

La frenata dell’economia tedesca

A chi si riferisse ieri Mario Draghi dicendo che in area UE i paesi più in difficoltà avrebbero potuto usufruire del traino di quelli che hanno fondamentali in ordine resta un mistero.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Per i paesi in difficoltà la lista è lunga e dalla quale forse resta fuori solo qualche new entry dell’Est Europa non certo però decisiva per le sorti dell’Unione Europea.

Chi invece possa fare da traino resta un mistero… la nazione messa meglio è la Gran Bretagna ma non per caso probabilmente ha mantenuto la sua sterlina ed è in fase BREXIT.

Utilizzare l’esempio tedesco in questa fase risulta alquanto anacronistico e stereotipato.

Specie per un presidente della BCE che per sua stessa ammissione deve continuamente rivedere la view per i rapidi cambiamenti che si susseguono a livello economico.

Economia: IFO Germania sotto quota 100

Per la prima volta dall’agosto 2016 l’IFO tedesco si è riportato sotto quota 100.

Non mi stanco di ripetere che gli indici di fiducia sono ipersensibili alla contingenza e quindi indicatori labili.

Detto ciò però rileviamo come questa oramai sia una tendenza in atto da diversi mesi e questo qualcosa vorrà pur dire.

La nazione traino al momento non esiste più anzi i vaghi accenni di Draghi al settore automobilistico tedesco hanno lasciato forti dubbi sulla tenuta dell’intero settore industriale tedesco già nel 2019.

Dati macroeconomici di giornata della Germania

Aspettative di business tedesco 94,2 97,0 97,3
Valutazione dell’attuale situazione tedesca 104,3 104,2 104,9
Indice IFO sulla fiducia delle aziende in Germania 99,1 100,7 101,0

Oltre all’IFO anche le aspettative di business  confermano il trend negativo in atto da mesi dell’economia tedesca e fanno anche peggio delle attese: un 94,2 versus 97 che rappresenta il peggiore dato del quadriennio.

Tra l’altro questo indice non è di brevissimo termine in quanto volge lo sguardo al semestre delle attività produttive in Germania.

Quindi se tanto ci dà tanto ci aspettano almeno due trimestrali delle grandi aziende teutoni tutt’altro che positive.

Quanto potranno le iniezioni di liquidità della BCE di cui si è parlato a parte compensare questo fortissimo rallentamento economico atteso?

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te