Economia americana con il vento in poppa

Economia americana: altro che recessione. Dati occupazionali eccellenti!

Spesso l’informazione deve concentrarsi sulle negatività ed amplificarle per attrarre l’attenzione: si è arrivati a parlare di recessione per l’economia USA

Pensate che sono bastati alcuni dati leggermente in calo per vedere pubblicati decine di articoli che agitavano come imminente l’arrivo di una forte recessione per l’economia USA.

Noi no!

Da mesi andiamo controcorrente dipingendo un quadro ottimistico che peraltro i mercati stanno ampiamente confermando di condividere.

Tabella principali dati dell’economia USA di giornata

    USD Retribuzione oraria media (annuale) (Annuale) (Mar) 3,2% 3,4% 3,4%
    USD Salario orario medio (Mensile) (Mar) 0,1% 0,2% 0,4%
    USD Media di Ore Settimanali (Mar) 34,5 34,5 34,4
    USD Retribuzione statale (Mar) 14,0K   5,0K
    USD Buste paga del settore manifatturiero (Mar) -6K 10K 1K
    USD Buste paga del settore non agricolo (Mar) 196K 175K 33K
    USD Tasso partecipazione (Mar) 63,0%   63,2%
    USD Libri paga non agricoli privati (Mar) 182K 170K 28K
    USD Tasso di disoccupazione U6 (Mar) 7,3%   7,3%
    USD Tasso di disoccupazione (Mar) 3,8% 3,80% 3,8%

 

Qualche dato sotto le attese per la verità c’è.
Ma si tratta di dati catalogati come secondari come le buste paga del solo settore manifatturiero a -6K che però poi vengono travolte dal +196K dell’importantissimo dato complessivo delle buste paga.

Tanto più che, oltre a superare ampiamente il consensus posto a 175K, si risale dai 33k del dato precedente.

Disoccupazione USA al 3,8%

Per noi in Europa è già durissima abbattere il muro del 5% sulla disoccupazione.

In Italia siamo anche sopra al 10%.

Il 3,8% di una grande nazione come gli Stati Uniti d’America è qualcosa di straordinario. Siamo in prossimità dei recenti minimi storici a 3.7%.

Alla faccia dell’economia USA in recessione ci troviamo di fronte a una nuova zampata di forza dei dati reali.

Credo proprio che non basterà questo dato per alimentare le speranze dei pochi falchi sopravvissuti all’interno della FED per indirizzare il board a rivalutare l’ipotesi di rialzare i tassi di interesse.

Altrettanto però si può ritenere che una simile straordinaria forza sul piano occupazionale allontani di molto l’ipotesi di un taglio dei tassi ravvicinato da parte della FED.

Economia americana: un modello da studiare

Lo scrivemmo mesi e mesi fa quando, tutto sommato, l’economia europea stava tenendo.

A maggior ragione lo ribadiamo ora con l’economia europea in apnea mentre l’economia USA continua a volare alto.

Sia a Francoforte nelle stanze della BCE che a Bruxelles la Commissione UE dovrebbero prendere a riferimento le scelte e le strategie adottate dalla FED e dalla Casa Bianca e semmai limitarsi a copiarle…

O solo a Pechino hanno l’esclusiva delle copiature? Ora anche nel campo delle strategie economiche…

Approfondimento

Economia globale

Economia americana con il vento in poppa ultima modifica: 2019-04-05T16:36:54+02:00 da Gianluca Braguzzi

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV
Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.