Economia americana: altre conferme di tenuta

Dopo avere preso atto della posizione di attesa assunta dalla FED nel recente meeting giungono ulteriori conferme della tenuta dell’economia americana.

Oggi è stata la volta degli ordinativi alle fabbriche a mostrare ancora un andamento equilibrato.

Nulla di straordinario ma nell’insieme due dati rassicuranti.

Vediamoli.

Tabella dati macroeconomici economia americana di giornata

    Indice di trend dell’impiego CB (Mar) 111,00   111,60
    Ordinativi alle fabbriche (Mensile) (Feb) -0,5% -0,5% 0,1%
    Ordinativi alle fabbriche, valore al netto del trasporto (Mensile) (Feb) 0,3%   -0,1%

 Vediamo che gli ordinativi alle fabbriche hanno mantenuto le attese a-0.5%, dato quindi in contrazione rispetto al +0.1% precedente.

Nel contempo però, al netto del trasporto, il dato cambia connotati e si porta a +0.3% versus -0.1% precedente.

Quindi nel complesso ancora dati di stabilità… anche se resta un po’ misteriosa la mancata pubblicazione del dato sugli ordinativi di beni capitali…

Tiene il trend dell’impiego

Una ulteriore piccola spinta alla FED a …restare ferma, arriva dal dato sul trend dell’impiego CB che si attesa a un 111 vicinissimo al precedente 111.6.

I dati occupazionali sono la base su cui l’economia USA ha costruito questa fase virtuosa fatta di record storici su diversi indici di efficienza del ciclo stesso.

FED calma, borse tranquille

Questo stato di cose dunque, con l’economia americana che tiene ma senza squilli di tromba che potrebbero riaccendere la volontà dei falchi di alzare i tassi, mette la Banca Centrale americana in condizione di stare calma in attesa.

Cosa significa questo per le borse?

Certamente i mercati preferirebbero di gran lunga una FED disponibile a un taglio dei tassi ravvicinato.

Situazione espansiva che seppur legata a un oggettiva frenata dell’economia americana porterebbe liquidità sul mercato con un immediato effetto bullish anche dirompente.

Questa situazione di equilibrio invece favorisce comunque le borse ma all’interno di movimenti rialzisti più sobri e graduali.

Peraltro come abbiamo già ricordato stiamo entrando nella stagione delle trimestrali aziendali per cui, in ogni caso, sulle borse l’incremento della volatilità di breve è comunque nelle attese.

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.