Ecco una ricetta originale per fare il pieno di soldi e fortuna

Oggi gli Esperti della Redazione vogliono proporre un modo nuovo di servire le lenticchie. Non si potrà fare a meno di questo legume durante le cene dell’ultimo giorno dell’anno. Infatti la tradizione di mangiare le lenticchie durante la notte di San Silvestro ha origini antichissime e non si basa su mera superstizione. Ebbene, le lenticchie sono il primo legume coltivato dall’uomo: si producono dal 7000 a.C. Anche i Greci e i Romani ne erano ghiotti.

È proprio ai romani che si deve l’usanza di mangiarle l’ultimo giorno dell’anno. Infatti un tempo, all’inizio del nuovo anno, si usava regalare la scarsella, ovvero una borsa di cuoio da legare alla cintura che conteneva, appunto, lenticchie. L’augurio, già allora, era che si trasformassero in monete durante l’anno successivo. Dunque, ecco una ricetta originale per fare il pieno di soldi e fortuna, le polpette di lenticchie.

Gli ingredienti necessari sono:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch
  • 100 gr di lenticchie già cotte;
  • 1 fetta di pane raffermo con molta mollica o 2 fette di pancarrè;
  • 2 cucchiai di latte;
  • 1 cucchiaio di olio;
  • Sale, curry e pepe quanto basta.

Per ottenere le polpette, le lenticchie devono essere cotte ma asciutte, non devono quindi avere brodo o sugo, altrimenti si rischia che non leghino bene.

Il procedimento

Passiamo all’azione. Mettere le lenticchie in un passaverdure. Se non si dispone di questo attrezzo, si potranno schiacciare i legumi con una forchetta. Sconsigliamo di utilizzare il mixer o altri accessori perché i legumi devono mantenere una certa consistenza e non risultare tritati troppo finemente. Condire quindi la crema ottenuta con il pepe ed il curry, un pizzico per aromatizzare, un po’ di più se si ama il gusto orientale. Regolare di sale.

Unire la mollica del pane ammollata con il latte. Suggeriamo di aggiungere prima la mollica e poi il latte poco alla volta per evitare che le polpette siano troppo bagnate. Dunque il composto deve avere una consistenza soda. Lavorare quindi con la forma tondeggiante tipica delle polpette. Suggeriamo di farle piccole come noci se si servono come aperitivo e più grandi se sono un secondo piatto.

Versare quindi l’olio in padella a fiamma viva e lasciare rosolare le polpette su tutti i lati fino ad ottenere la doratura desiderata. La cottura è molto veloce perché le lenticchie sono già cotte e serve solo per creare la crosticina.

Dunque ecco una ricetta originale per fare il pieno di soldi e fortuna. Buon appetito.

Consigliati per te