Ecco tutti i motivi per cui una pulizia frequente del termoconvettore è fondamentale

Il termoconvettore è uno strumento di riscaldamento davvero molto efficace. Le sue ventole, normalmente impostabili su velocità differenti, diffondono calore nell’ambiente circostante. Poiché questo dispositivo funziona maggiormente ad aria, è ancor più importante procedere periodicamente a bonificare l’impianto e pulirlo in modo approfondito. Ecco tutti i motivi per cui una pulizia frequente del termoconvettore è fondamentale.

Ambiente salubre

Polvere e sporco sono grandi responsabili di problemi respiratori di vario tipo. È possibile che questi residui restino intrappolati in alcune sezioni del termoconvettore, tra cui filtri e bocchettoni d’aria. Quando i batteri individuano un luogo confortevole come questo, è altamente possibile una loro proliferazione. Diventa molto importante, allora, procedere a una igienizzazione costante dell’ambiente e dello stesso termoconvettore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

I rischi per la salute

La cattiva manutenzione degli impianti di riscaldamento potrebbe generare problematiche respiratorie di vario genere. Asma, attacchi allergici o affanno potrebbero rappresentare tutte possibili reazioni allo sporco intrappolato nel dispositivo di riscaldamento.

Maggiore efficienza e massima resa

Un altro motivo fondamentale per cui bisognerebbe pulire frequentemente questi dispositivi è per massimizzare la loro resa. Non è banale che un malfunzionamento di questo sistema di riscaldamento derivi proprio da polveri e sporco, che ostruiscono il corretto passaggio dell’aria.

Risparmio energetico

Direttamente connesso a questo aspetto è lo spreco dovuto a uno strumento che non lavora come dovrebbe. Un termoconvettore in cui lo sporco prolifera da anni semplicemente consuma di più. Ecco tutti i motivi per cui una pulizia frequente del termoconvettore è fondamentale, ma come procedere a pulirlo?

Pulizia del termoconvettore

Bisogna innanzitutto rimuovere la spina e aspettare che il termoconvettore raffreddi la sua temperatura. Poi, il consiglio è quello di non usare prodotti troppo aggressivi o solventi abrasivi. Per questo genere di pulizia molto meglio un sapone neutro, come lo spray per i vetri. In alternativa, è ottimo anche l’impiego di un panno leggermente umido e ben strizzato, purché il termoconvettore sia ben asciutto prima dell’accensione. Il consiglio è quello di smontare le singole parti in cui è più frequente il deposito di sporco. Tra questi: bocchettoni, griglia inferiore e filtri.

Consigliati per te