Ecco svelato il segreto degli chef per preparare degli spettacolari spaghetti allo scoglio talmente buoni da voler fare anche il bis

Gli spaghetti allo scoglio sono uno dei piatti più diffusi nei ristoranti che offrono un menù di mare.
Ma non è detto che per assaggiare questa squisitezza bisogna mangiare fuori per forza.
Se si riescono a trovare frutti di mare freschi e di qualità, si possono tranquillamente fare anche a casa.

Certo, ci vogliono delle accortezze un po’ particolari e bisogna conoscere bene ciò che si sta cucinando.
Infatti, ecco svelato il segreto degli chef per preparare degli spettacolari spaghetti allo scoglio talmente buoni da voler fare anche il bis.

Pochi passaggi da fare nel modo giusto

Innanzitutto, per preparare una pasta allo scoglio degna di uno chef, bisogna decidere quali frutti di mare inserirvi. I più utilizzati sono le vongole, le cozze, i calamari ed i gamberi.
Se però riusciamo a trovarne anche altri freschi, ben vengano!

Scelti gli ingredienti, bisogna procedere per gradi. Pima di tutto spurghiamo bene cozze e vongole separatamente, in abbondante acqua salata.
Dopo averle pulite bene cuociamole insieme in una padella con olio ed aglio.

Una volta aperte, possiamo toglierle dal fuoco e sgusciarle, tenendone qualcuna da parte per la guarnizione. Il liquido che hanno rilasciato andrà poi filtrato un paio di volte, con un fazzoletto, per eliminare eventuale sabbia.

Ora inseriamo nuovamente in padella olio ed aglio e cuociamo a fuoco vivo i calamari, sfumando con vino bianco. Dopo qualche minuto, inseriamoci il fondo di cottura di vongole e cozze. Poi, aggiungiamo la salsa di pomodoro, possibilmente fresca, e lasciamo cuocere per una decina di minuti.

Ecco svelato il segreto degli chef per preparare degli spettacolari spaghetti allo scoglio talmente buoni da voler fare anche il bis

A questo punto, ecco il tocco dello chef.
Togliamo gli spaghetti molto al dente, quasi 4-5 minuti prima dalla fine della cottura ed inseriamoli direttamente nel sughetto.
Aggiungiamo acqua di cottura al bisogno, quando il sugo è troppo rappreso. Otterremo così la classica pasta risottata, cremosa, cotta al punto giusto ed impregnata di tutti i sapori.

Quando manca quasi 1 minuto alla fine, inseriamoci le cozze, le vongole ed i gamberi sgusciati.
Saltiamo gli spaghetti per amalgamare ancor di più tutti gli ingredienti, aggiungendo anche del prezzemolo. Infine, impiattiamo con i gusci messi da parte a far da guarnizione.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te