Ecco svelato il metodo infallibile per pulire le capesante senza rovinarle e senza sporcare la cucina

Le capesante sono uno dei frutti di mare più ricercati e apprezzati nel periodo estivo. Sono molto facili da cucinare e possiamo trasformarle in ottimi antipasti, primi e secondi piatti. Allo stesso tempo, però, non sono molto facili da pulire. Ma niente paura. Dopo aver parlato di come trattare i molluschi , oggi noi di ProiezionidiBorsa stiamo per rivelare un altro trucchetto. Ecco svelato il metodo infallibile per pulire le capesante senza rovinarle e senza sporcare la cucina.

Come scegliere le capesante

Prima di procedere con la pulizia delle capesante dobbiamo imparare a sceglierle. Compriamo sempre conchiglie di almeno dieci centimetri di diametro e ben chiuse. Attenzione anche alle “pareti”. Non devono presentare scalfitture o segni di schiacciamento o rottura.

E se la carne all’interno è solida e di colore bianco, arancio o rosso possiamo iniziare a pulire in tutta tranquillità.

Ecco svelato il metodo infallibile per pulire le capesante senza rovinarle e senza sporcare la cucina: usiamo acqua fredda e sale grosso

Prendiamo un contenitore delle giuste dimensioni, un coltello ben appuntito, una spazzola e del sale grosso da cucina.

Come prima operazione passiamo le capesante sotto l’acqua fredda e contemporaneamente grattiamo lo sporco dalla conchiglia con la spazzola.

Una volta pulito l’esterno, mettiamo i frutti nel contenitore con acqua e sale grosso. Lasciamo a bagno per trenta minuti e poi iniziamo ad aprirli. Facendo una leggera pressione con la punta del coltello sul guscio non dovremmo avere problemi.

A questo punto possiamo estrarre il contenuto. Per prima cosa rimuoviamo la parte bianca, la pellicina che la avvolge e la parte nera. Separiamo il bianco dal muscolo arancione e sciacquiamo bene entrambi in acqua.

Siamo pronti per passare ai fornelli. In realtà le capesante possono essere gustate anche crude con una spruzzata di limone. Attenzione però. Per farlo dobbiamo pulirle bene e controllare che non ci siano macchie sulla carne.

Per dare un tocco di classe al nostro piatto, possiamo accompagnare con uno Chardonnay o con uno Champagne Extra Brut.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te