Ecco svelato come pulire efficacemente questo accessorio del bagno che spesso si trascura  

In casa ci sono sempre degli oggetti che non amiamo pulire e che spesso trascuriamo. La verità è che le pulizie in generale non divertono mai e alcune cose ci disgustano solo al pensiero.  Sappiamo però che per avere la casa accuratamente pulita dobbiamo pensare anche agli oggetti che non vogliamo pulire.

Questa abitudine ci permette di eliminare a fondo germi e batteri e non solo. Tra gli accessori che spesso trascuriamo c’è lo scopino del bagno, che a lungo andare accumula lo sporco e può emanare un odore sgradevole. In questo articolo indichiamo come pulirlo senza per forza comprarne uno nuovo. 

Ecco svelato come pulire efficacemente questo accessorio del bagno che spesso si trascura

Avere un bagno pulito e profumato è importante per il nostro benessere e per la nostra igiene. Pulire solo le superfici, il pavimento e le piastrelle non basta per assicurare una perfetta igiene. Anche lo scopino del water va pulito periodicamente.

Per renderlo pulito, profumato e come nuovo, iniziamo col riempire il suo contenitore con acqua calda e candeggina oppure con acqua e aceto. Questa miscela permette di attuare una disinfezione approfondita dell’accessorio del bagno che spesso si trascura.

Fatto questo passiamo allo scopino. Possiamo cospargerlo con un po’ di bicarbonato e lasciarlo in ammollo all’interno del suo contenitore con la soluzione scelta per qualche ora o per una intera notte. In questo modo la soluzione può funzionare efficacemente rimuovendo il cattivo odore e i germi.

Se non gradiamo l’odore della candeggina possiamo comunque coprirlo versando qualche goccia di olio essenziale che dà un tocco di profumo e freschezza. Tra questi consigliamo l’olio essenziale di lavanda, o in alternativa un alla menta o all’eucalipto. Peraltro sono utili non solo per deodorare ma anche per disinfettare.

Non dimentichiamo la pulizia del manico

Oltre a pulire lo scopino e il suo contenitore dobbiamo pulire anche il manico, questo ci evita il contatto con i batteri. Anche in questo caso la soluzione di acqua e aceto, preferibilmente di mele, è perfetta per pulire questa parte dell’accessorio del bagno. Asciughiamo poi con della carta assorbente. 

Ricordiamo inoltre di eliminare giornalmente l’acqua che si accumula all’interno del contenitore. Difatti è proprio l’acqua stagnante la principale causa del cattivo odore.

Ecco svelato come pulire efficacemente questo accessorio del bagno che spesso si trascura.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te