Ecco quanto costano i contributi volontari INPS nel 2021 per accedere alla pensione 

L’INPS, con la circolare n.27 del 16 febbraio 2021, comunica gli importi dei contributi volontari dovuti a seguito della variazione annuale dell’indice ISTAT. Indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. La Redazione di Proiezionidiborsa, sempre attenta agli interessi dei Lettori, illustra gli importi emergenti dalla circolare. Ecco quanto costano i contributi volontari INPS nel 2021.

La circolare si riferisce alle seguenti categorie di lavoratori:

Prestito in convenzione
Prestito in convenzione
  • lavoratori dipendenti non agricoli;
  • lavoratori iscritti alla Gestione separata;
  • iscritti alle gestioni artigiani e commercianti;
  • iscritti al Fondo Speciale Istituto Postelgrafonici;
  • autoferrotranvieri, elettrici, telefonici e dirigenti ex INPDA (iscritti all’evidenza contabile separata del FPLD), e iscritti al Fondo Volo e al Fondo dipendenti Ferrovie dello Stato spa.

Ecco quanto costano i contributi volontari INPS nel 2021 per accedere alla pensione per alcune delle suindicate categorie.

Lavoratori dipendenti non agricoli

Quest’anno gli importi rimangono invariati, in quanto la variazione percentuale dell’indice ISTAT è risultato pari a -0,3%. Quindi per il 2021, rimangono confermati i seguenti parametri:

  • retribuzione minima settimanale è pari ad euro 206.23;
  • la prima fascia di retribuzione annuale è pari ad euro 47.379,00. Qualora si superi, dovrà applicarsi un’aliquota dell’1%;
  • il massimale da applicare ai prosecutori volontari, titolari di contribuzione non anteriore al primo gennaio 1996 è pari ad euro 103.055,00. Per costoro, l’aliquota contributiva, per il 2021, è pari al 33%.

Mentre, per i prosecutori volontari, autorizzata con decorrenza entro il 31.12.1995, l’aliquota è pari al 27,87%.

Iscritti alle gestioni artigiani e commercianti

Il contributo dovuto si determina in base ai criteri fissati dalla legge n.233/90. Ovvero, applicando le aliquote previste per il versamento dei contributi obbligatori al reddito medio di ciascuna delle otto classi di reddito contemplate dalla norma. La classe da attribuire è quella il cui reddito risulti pari o immediatamente inferiore al valore medio mensile prodotto dall’interessato negli ultimi 36 mesi. L’aliquota per gli artigiani è pari al 24%, mentre 24,09 per i commercianti.

Lavoratori iscritti alla Gestione separata

Il contributo volontario si determina prendendo in considerazione l’aliquota IVS vigente per i soggetti privi di altra tutela previdenziale e non titolari di pensioni. L’aliquota, per il 2021, è pari al 25% per i professionisti, e al 33% per i collaboratori e figure assimilate.

Per il 2021, l’importo minimo dovuto dai professionisti, non potrà essere inferiore a 3.988,32 su base annua e 332.36 mensile.

Mentre per gli altri iscritti sarà 5.264,52 su base annua e 438.71 su base mensile.

Ecco, quindi, quanto costano i contributi volontari INPS nel 2021 per accedere alla pensione.

 

Approfondimento

L’INPS comunica i nuovi contributi 2021 a fini pensionistici per colf e badanti

Consigliati per te