Ecco quando mangiare questi alimenti sani potrebbe nuocere alla dieta e alla nostra salute

La verità spesso si annida dietro la semplicità dei detti popolari. Uno di questi, molto noto, recita: il troppo stroppia. Sintetizza così un concetto vero: esagerare fa sempre male, soprattutto a tavola. Pesce, legumi, verdure: devono tutti essere consumati con criterio ed ecco quando mangiare questi alimenti sani potrebbe nuocere alla dieta e alla nostra salute.  Anche alimenti sani e dietetici possono darci problemi, se consumati in quantità ingenti o quando sarebbe meglio non farlo. Scopriremo che ogni cibo, anche quello che mangiavamo con più serenità, potrebbe essere la causa di disturbi e controindicazioni.

Ecco quando mangiare questi alimenti sani potrebbe nuocere alla dieta e alla nostra salute

Partiamo dalle verdure a foglia larga, quali spinaci, bietole e barbabietole. Questi alimenti sono tutti ricchi di ossolato. Questo acido, unendosi al calcio, forma l’ossolato di calcio, sostanza che stimola la formazione dei calcoli renali. La stessa sostanza è presente anche in altri alimenti salutari, come cacao, rabarbaro, cereali integrali, tè nero, kiwi e frutti rossi. Chi soffre di calcolosi farebbe meglio a non consumare in abbondanza questi alimenti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Venendo al pesce, tutti i pesci predatori e i frutti di mare possono contenere metil-mercurio. Il Ministero della Salute consiglia, specialmente per bambini e donne incinta, un consumo non superiore ai 100 grammi settimanali. I pesci a cui stare attenti sono pesce spada, tonno, verdesca, luccio. Via libera, invece, per i pesci di piccola taglia, che presentano concentrazioni di mercurio molto più basse.

Anche la frutta secca, se mangiata in grandi quantità, può far male, soprattutto al girovita. La frutta secca, infatti, è estremamente calorica (basta pensare che 100 grammi di noci contengono 689 Kcal). Sono anche una fonte ricchissima di fibre, il che è un vantaggio, ma non per chi soffre di colon irritabile.

Infine, i legumi: è noto che a causa della loro concentrazione di fibre possono causare gonfiore e meteorismo. Per questo. È bene non abusarne e masticarli molto quando si mangiano.

Anche troppa acqua può far male?

Anche il consumo di acqua andrebbe rapportato al proprio fabbisogno. Una semplice formula con cui calcolarlo approssimativamente consiste nel moltiplicare il proprio peso corporeo per 30 millilitri. Convenzionalmente, il fabbisogno medio di acqua per donne e uomini è di 2 litri al giorno per le prime e 2 litri e mezzo per i secondi. In ogni caso, bere troppa acqua può ridurre la capacità del nostro corpo di sintetizzare sali minerali, riducendone la concentrazione. Per un parere più specifico, è bene consultare il nostro nutrizionista.

Approfondimento

Bene assumere tanta vitamina C ma attenzione perché l’eccesso potrebbe causare problemi a stomaco e reni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te