Ecco quando depilarsi può far male ed essere pericoloso

La moda per la pelle liscia impazza ormai anche tra gli uomini e le donne iniziano a depilarsi spesso fin da adolescenti. Tra pinzette, rasoi, cerette e depilazioni laser, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ovviamente, molti metodi sono dolorosi. Ci sono però dei casi in cui i rischi non si fermano al dolore durante lo strappo. Ecco quando depilarsi può far male ed essere pericoloso.

Gli errori più comuni con il rasoio

Un posto d’onore ai metodi di depilazione pericolosi è dedicato al rasoio. Le sue piccole lame sono perfette per tagliare i peli indesiderati ma possono provocare lesioni anche alla pelle. È, quindi, sconsigliato passare il rasoio se si ha la pelle irritata, brufoli, escoriazioni e follicoli in rilievo. Le possibilità di tagliarsi e irritarsi diventano così altissime.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

È consigliato, inoltre, depilarsi nel senso del pelo e non contropelo per evitare di irritare i follicoli. Anche quando si è di corsa, inoltre, è fondamentale usare sempre una schiuma o crema per accompagnare la rasatura. Radersi a secco può far molto male alla pelle provocando secchezza e irritazione.

Ecco quando depilarsi può far male ed essere pericoloso

Ci sono però casi in cui depilarsi può essere rischioso anche con altri metodi. La ceretta, ad esempio, può provocare brutte ustioni soprattutto se preparata a casa. Anche la cera, inoltre, non va applicata su zone sensibili o sulla pelle irritata.

Chi ha la cute particolarmente sensibile dovrebbe utilizzare una cera dedicata in modo da limitare arrossamenti e infiammazioni. Ciò è particolarmente vero per chi fuma o soffre di dermatosi come la rosacea. In questi casi, infatti, i capillari sono più sensibili ed è più facile romperli o irritare la pelle. La ceretta è sconsigliata anche a chi usa esfolianti molto forti.

La ceretta può, infatti, rimuovere parte dello strato superficiale della pelle. Se questa è già stata esfoliata pesantemente potrebbe sanguinare o irritarsi.

Attenzione, infine, ai tatuaggi. Finché non è completamente guarito un tatuaggio dovrebbe essere lasciato stare. Quindi niente rasoio o ceretta. Quando la pelle si è completamente rimarginata è possibile procedere con la depilazione. È però assolutamente vietata la depilazione laser, che andrebbe a distruggere il pigmento nero.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te