Ecco quali sono i due incredibili ingredienti per mangiare una cotoletta più gustosa e leggera

Quando si deve cucinare per gli ospiti si cerca di dare il meglio di sé, immedesimandosi così tanto nel ruolo di chef da indossare cappello e grembiule.

Quando si cucina per sé, è tutt’altra storia.

Spesso ci si domanda cosa mangiare all’ultimo minuto, si apre di corsa il frigorifero e ad accoglierci c’è il desolato west: il nulla più assoluto con tanto di balla di fieno che vortica indisturbata.

A mancare, quindi, è a volte il tempo: di fare la spesa, di pensare alle ricette giuste o semplicemente di cucinare.

Altre volte è l’originalità che ci fa assestare su ricette sicure da fare in un batter d’occhio.

Una di queste è quella della cotoletta: si battono le uova, si immerge la carne rossa, si passa nella mollica e si frigge.

Il risultato ottenuto è che sicuramente si avrà un pasto veloce e saziante.

Tuttavia, in alcuni casi, la cotoletta può risultare pesante sia al palato sia per la digestione o semplicemente può annoiare farla sempre nella stessa maniera.

Se si sta cercando un modo più originale di prepararla e anche meno pesante, questo è l’articolo giusto.

Ecco, allora, quali sono i due incredibili ingredienti per mangiare una cotoletta più gustosa e leggera senza complicare la ricetta originale o i tempi di preparazione.

La cipolla

Il primo ingrediente è la cipolla, un ortaggio originario dell’Asia centrale e noto per essere un buon diuretico.

Tra le varie tipologie di cipolla in commercio, bisognerebbe preferire quella bianca, tipica di settembre, o quella bionda.

Questo perché si tratta di due cipolle dal sapore molto dolce.

Andrebbero escluse, invece, quelle rosse o le cipolle di tropea per il loro gusto troppo intenso e pizzicante.

In generale, esclusa la varietà verde, della cipolla si mangia solo il bulbo e solo dopo averlo privato delle due estremità e della buccia esterna.

La cipolla, quindi, va ad arricchire la cotoletta di un sapore più dolce e avvolgente, smorzando e armonizzando quello più intenso della carne.

La menta

Il secondo ingrediente è la menta, meglio se appena raccolta.

È una pianta aromatica ormai molto diffusa in cucina e impiegata per insaporire secondi piatti, salse e dolci.

La sua origine è, poi, antichissima.

Si tratta, infatti, di una pianta già conosciuta da Egizi e Romani e che veniva utilizzata come pianta medicinale.

Questo è, quindi, l’aroma giusto da utilizzare nella nostra cotoletta per renderla più leggera e fresca al palato e stemperare la pesantezza della frittura.

Ecco quali sono i due incredibili ingredienti per mangiare una cotoletta più gustosa e leggera

La cipolla e la menta sono i due incredibili ingredienti da aggiungere agli altri tipici della cotoletta.

Dopo averle pulite, la cipolla e la menta vanno tritate finemente, anche a mano.

Successivamente, aggiungere il trito all’uovo battuto e mescolare delicatamente.

Immergere, poi, la carne e lasciare macerare per qualche minuto.

Infine, panare e friggere in olio d’oliva.

Il consiglio per una frittura perfetta, croccante e dorata, è di scegliere una padella bassa e ampia.

Approfondimento

Come utilizzare questo amatissimo frutto estivo per preparare uno sfizioso antipasto senza cottura

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te