Ecco qualche suggerimento per avere questa splendida e particolare pianta ornamentale sempre rigogliosa 

Nel mondo degli appassionati di piante per interni questa perla che viene dall’Oriente non può proprio mancare. Una pianta che è un vero complemento d’arredo e che lascia tutti a bocca aperta. Stiamo parlando della kokedama, un’idea esportata dal Giappone e ormai diventata popolare in tutto il Mondo.

Si tratta di una sorta di bonsai ma senza vaso, infatti lo stesso nome si traduce all’incirca con “palla di muschio”. Delle piccole piantine che hanno alla base una palla di muschio che permette loro di crescere e prosperare. Un’ottima idea se amiamo i bonsai ma non vogliamo spendere cifre eccessive. Realizzarne uno in casa non è complicato, basterà seguire i passaggi riportati nell’articolo “Cosa è il kokedama e come si realizza”.

Ma sia acquistato in vivai o negozi specializzati, sia realizzato in casa, questa pianta ha bisogno di cure. Capire come e quando innaffiarle per farle prosperare non è sempre semplice. La parte di muschio della nostra pallina potrebbe trarci in inganno.

Il kokeadama si può realizzare con diversi tipi di piante, ad esempio quelle a cascata come l’edera o il pothos. Oppure con orchidee o piante nane da frutto, bellissime ed estremamente scenografiche. Anche con piante grasse come l’aloe o addirittura con piante aromatiche come il rosmarino. Quindi quando ci occupiamo dell’innaffiatura bisogna tenere conto della specie della pianta.

Ecco qualche suggerimento per avere questa splendida e particolare pianta ornamentale sempre rigogliosa

L’importante come per quasi tutte le piante in vaso è l’esposizione. Se vogliamo che siano sempre rigogliose avranno bisogno di luce naturale, ma non diretta, non vogliamo che le foglie ingialliscano. Per quanto riguarda l’irrigazione, procediamo con la nebulizzazione di foglie e fiori in base alla tipologia. Per le piante grasse andrà bene 2 volte al mese, per le altre anche una a settimana.

Infine, per quanto riguarda la base e l’irrigazione vera e propria basterà fare come per le orchidee. Andranno messe a bagno in acqua a temperatura ambiente. Si procede immergendo la palla di muschio lentamente in acqua, per evitare che si sfaldi. La lasciamo in ammollo per circa 5 minuti dopodiché la tiriamo fuori.

Strizziamo leggermente con le mani per far uscire l’acqua in eccesso. Teniamo la pianta sul pavimento rivestito da fogli di giornale o una copertura per evitare di bagnarlo. Dopo circa una decina di minuti possiamo riposizionarla nel suo posto originale. Per i tempi basiamoci sempre sulla specie, in genere una volta ogni 2 settimane per le più comuni. Mentre una volta al mese per le piante grasse.

Quindi, ecco qualche suggerimento per avere questa splendida e particolare pianta ornamentale sempre rigogliosa. Ora possiamo abbellire casa con queste stupende piantine che stupiranno davvero tutti.

Approfondimento

Ecco come creare un’elegante atmosfera orientale rendendo speciale una cena di sushi tra amici

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te