Ecco perché si dice casalinga di Voghera e i motivi per cui occuparsi della casa è un vero lavoro

L’espressione casalinga di Voghera è ormai entrata nel linguaggio comune degli italiani. Questo modo di dire parte dal mondo giornalistico ma si è diffusa molto rapidamente nella società italiana.

Tuttavia, in pochi sanno qual è la storia di quest’espressione e cosa ha rappresentato per molto tempo. Infatti, ecco perché si dice casalinga di Voghera, scopriamolo insieme.

La sua storia

La casalinga di Voghera è stata una donna realmente esistita che si chiamava Carolina Invernizio.

Nasce nella città della pianura padana nel 1851 e già dalla sua tenera età aveva fatto conoscere a molte persone la sua passione per la scrittura. Questa sua predilezione, però, le causò qualche problema, dato che viveva in una società ancora profondamente maschilista. Infatti, rischiò addirittura l’espulsione dalla sua scuola per aver scritto un piccolo articolo sul giornale degli studenti.

Dopo essersi sposata, andò a vivere in Piemonte, prima a Torino e poi successivamente a Cuneo. La passione per i libri e per la creazione letteraria non l’abbandonò mai e anzi, nel 1876 pubblicò la sua prima opera. Si tratta del romanzo “Rina o l’angelo delle Alpi”, a cui seguirono moltissime altre pubblicazioni che la consacrarono definitivamente a scrittrice di successo.

Ad ogni modo, l’Italia di quegli anni era un Paese davvero maschilista e per denigrare le sue opere i suoi avversari cominciarono a chiamarla la casalinga di Voghera.

Ecco perché si dice casalinga di Voghera e i motivi per cui la casalinga è un vero lavoro

Un altro fattore che ha contribuito nella diffusione dell’espressione riguarda un’inchiesta della RAI del 1966 in cui si cercava di conoscere il grado di capacità degli italiani di padroneggiare la lingua italiana. Ebbene, tra le zone con dei livelli più bassi di italiano troviamo proprio Voghera.

L’espressione porta con sé un disprezzo che oltretutto è anche molto ingiusto. Infatti, una ricerca americana condotta dall’istituto Salary, che si occupa di comparare i diversi stipendi dei vari lavori, ha decretato che la casalinga è un lavoro durissimo che dovrebbe cumulare i guadagni di almeno 4 lavori: cuoco, babysitter, autista e personale delle pulizie. Il salario che la casalinga dovrebbe percepire sarebbe dunque altissimo, ma per la legge la casalinga non è tutt’ora pienamente riconosciuta.

Approfondimento

Scopriamo il reddito di maternità, la proposta dello stipendio di 12.000 euro per le casalinghe

Consigliati per te