Ecco perché osservare il mare porta la felicità

Chi ha la fortuna di vivere al mare già lo sa, ma anche tutti coloro che si trovano raramente su una spiaggia lo hanno capito. Il mare è un posto speciale, dove tutti noi ci sentiamo più tranquilli e calmi, ma anche più felici. Ma come è possibile? Da che cosa dipende questa sensazione? Ecco perché osservare il mare porta la felicità.

I benefici dell’osservare il mare

Quel che già tutti noi sentiamo e sappiamo inconsciamente è stato confermato e approfondito da vari studi scientifici. Che sia calmo o agitato, il mare agisce in modo benevolo sul nostro stato d’animo. Guardare il mare infatti è un vero e proprio antidepressivo del tutto naturale che tutti noi dovremmo imparare a sfruttare di più.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La mente si libera dai pensieri e da tutte le sensazioni negative, il cuore si alleggerisce e i problemi quotidiani si mettono da parte. Un senso di serenità, calma, pace e felicità ci pervade e riusciamo a trovare l’equilibrio interiore. Il mare permette di sfogarci e di lasciare andare via le emozioni, i pensieri e lo stress che ci preoccupano e non ci fanno stare bene.

Perché succede?

Ecco perché osservare il mare porta la felicità. Gli elementi caratteristici del mare, cioè il colore, il rumore e gli odori, stimolano la nostra corteccia celebrale prefrontale. Proprio in questa zona del cervello noi sentiamo le nostre sensazioni ed emozioni. Anche i nostri livelli di serotonina, chiamato ormone del buonumore, vengono regolati aiutandoci così a contrastare l’ansia.

Il mare è una grandissima distesa di acqua di colore blu. L’orizzonte qui è lontano e si incontra con un’altra immensa distesa di azzurro: il cielo. Gli elementi visibili qui sono pochissimi e quindi le nostre energie non si consumano come negli ambienti caotici e pieni di stimoli. Qua il nostro cervello è libero di pensare e immaginare, senza restrizioni né limiti.

Inoltre il colore blu aiuta questo rilassamento. Questo colore in tutte le sue sfumature infatti è associato alla calma e alla quiete, perché si tratta di una tonalità che contrasta stress e ansia. Anche il rumore delle onde è un elemento importante nel generare questa sensazione di pace. Si tratta infatti di un rumore naturale e regolare quasi ipnotico che ci ricorda il battito cardiaco che sentivamo nel grembo di nostra madre. Per questo di fronte al mare ci sentiamo al sicuro e protetti.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te