Ecco perché non bisognerebbe buttare le bucce di mela

La mela è la regina della frutta, emblema di salute per ottime ragioni, ma anche simbolo evocativo in numerosi miti e leggende. In più le mele si prestano a moltissimi usi. Sicuramente sono perfette da mangiare al naturale per l’apporto di fibre e vitamine, e sono gustose e profumate cotte, in preparazioni dolci e salate.

Molte persone sono abituate a scartare completamente le bucce e questa non è la migliore delle idee. Ecco perché non bisognerebbe buttare le bucce di mela.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Bucce di mela per il benessere dell’intestino e per abbassare il colesterolo cattivo

La scelta di mele biologiche, con buccia non trattata e priva di cera è sempre vincente perché così la si può mangiare in sicurezza. Nella buccia si concentrano molti nutrienti.

Tra questi abbiamo la pectina, una fibra solubile benefica per l’organismo e soprattutto per l’intestino, il nostro secondo cervello.
È emolliente e in grado di regolarizzare l’attività intestinale, aiutando sia in caso di diarrea che in caso di stitichezza. A livello intestinale il metabolismo della pectina origina acidi grassi a corta catena protettivi della mucosa. Ha una funzione prebiotica, cioè rafforza la flora batterica buona che contrasta i batteri patogeni e nel frattempo aiuta contro il colesterolo LDL.

La pectina nell’intestino intrappola acidi biliari favorendone così l’eliminazione. In questo modo stimola nuovamente la sintesi di tali acidi a partire dal colesterolo, che di nuovo si riduce.

Questa attività di “intrappolamento” include anche gli zuccheri, così se ne rallenta l’assorbimento e i livelli di glicemia nel sangue restano sotto controllo.

Riutilizzare le bucce per preparazioni anti-spreco

La pectina oltre a far bene è anche utile in cucina, essendo un gelificante naturale molto usato per le confetture. Ecco perché non bisognerebbe buttare le bucce di mela.
Si può estrarre la pectina facendo bollire in acqua per circa 40 minuti le bucce e i torsoli irrorati di succo di limone.
Ma è anche possibile e ancor più facile preparare una marmellata fatta di bucce di mela.

In più si possono aggiungere le bucce di mele biologiche in frittelle e biscotti, saranno deliziosi.

Le bucce si usano anche per preparare salse perfette per accompagnare carni, arrosti, e formaggi.

Tisana aromatica e digestiva

Un altro uso interessante delle bucce è il decotto, che aiuta a digerire meglio.

Basterà unire in un pentolino una buccia con dell’acqua e un pezzetto di stecca di cannella, un paio di chiodi di garofano. Coprire e portare a ebollizione, lasciar bollire per 5 minuti con il coperchio, spegnere e lasciare altri dieci minuti in infusione. Dopodiché filtrare e gustare.

Consigliati per te