Ecco perché le scorze degli agrumi sono un’importantissima risorsa per questo riutilizzo

Quando siamo in cucina tendiamo a fare molti scarti. Siamo molto selettivi su ciò che dovremmo utilizzare per le nostre ricette, o anche solo per quello che dovremo mangiare al momento. Pensiamo ad esempio a quando spremiamo un limone o sbucciamo un’arancia. Ci fanno comodo la polpa e il succo, mentre la buccia finisce puntualmente nell’immondizia. In realtà si tratterebbe di un errore, perché anche l’involucro degli agrumi può esserci utile. Eccone spiegato il motivo.

Ecco perché le scorze degli agrumi sono un’importantissima risorsa per questo riutilizzo

Che le scorze degli agrumi potessero tornarci utili forse lo si era già intuito. Infatti, in precedenti articoli avevamo spiegato come sfruttarle per creare un efficace profumatore naturale per gli ambienti della casa. O di come potessero fungere da concime naturale per le nostre piante.

Ora illustreremo un altro sorprendente utilizzo, questa volta in ambito culinario. Già, perché con le bucce degli agrumi si può ottenere una profumatissima e saporita polverina che impreziosirà ogni piatto. Basta pochissimo e la potremo conservare molto a lungo in dispensa. Ecco come fare.

L’insaporitore naturale ideale per ogni piatto

Per prima cosa si sbucciano gli agrumi. Nel caso dei limoni consigliamo di usare un pelapatate, più preciso del classico coltello da cucina. Per questi meglio tenere infatti solo la scorza gialla esterna e scartare la parte bianca sottostante, perché amarognola.

Ottenute le bucce, si dovranno far essiccare. Il metodo più veloce prevede l’utilizzo del forno statico. Le inforniamo quindi sulla gratella, lasciandole per circa 2 ore a 80°C e rigirandole di tanto in tanto. L’alternativa che richiede un po’ più di pazienza è quella di lasciarle seccare al sole su un foglio di carta assorbente. In questo caso ci vorrà circa una settimana.

Non appena noteremo che le scorze avranno acquisito la giusta croccantezza, le sforniamo e le tritiamo col frullatore, fino a ridurle in polvere. Potremo ora utilizzarle immediatamente per aromatizzare non solo torte e dolci vari, ma anche risotti e piatti a base di carne e pesce. Quando abbiamo finito sistemiamole in un vasetto di vetro fuori dal frigo. Dureranno anche un anno intero. Ecco perché le scorze degli agrumi sono un’importantissima risorsa per questo riutilizzo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te