Ecco perché la lattuga elimina l’alito cattivo

Quando ancora non c’erano collutori, dentifrici e mentine varie per l’alito cattivo, i nostri nonni ricorrevano ai rimedi della tavola. Oggi più che mai, che, nonostante lo smart working, siamo sempre in mezzo alle persone, anche se protetti dalle mascherine, l’alito profumato è essenziale. Come abbiamo affrontato spesso su queste pagine, l’alitosi può dipendere da vari fattori, ma i principali sono comunque sempre legati a ciò che mangiamo e all’igiene orale. In questo articolo con i nostri Esperti di salute e benessere, vedremo come sconfiggere l’alitosi a tavola. Ecco perché la lattuga elimina l’alito cattivo, oltre ad apportare fibre e vitamine fondamentali.

All’inizio e alla fine

Dietologi e nutrizionisti consigliano di mangiare un bel piatto di lattuga a inizio pasto per donare senso di sazietà, fare un pieno di fibre e vitamine e mantenere la linea. Se però questo pasto è risultato particolarmente impegnativo e ricco di spezie, aglio e cipolla, allora è meglio mangiarla alla fine. La lattuga, infatti, per sua stessa composizione naturale, invitando alla masticazione e facendoci produrre molti più succhi gastrici, profuma l’alito. La consigliamo quindi durante un pranzo di lavoro, per evitare poi di ricorrere alle classiche gomme da masticare, che bene non fanno al nostro organismo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A casa a fine cena

Ecco perché la lattuga elimina l’alito cattivo e possiamo comunque consumarla anche a casa, per favorire digestione e metabolismo. Un altro metodo dalle origini antiche, ma sempre valido, per mantenere profumato il nostro alito, sono gli oli essenziali. Soprattutto menta, salvia e rosmarino, assunti in 3/4 gocce, assieme a poca acqua, a fine pasto ci garantiranno l’eliminazione sistematica dell’alitosi.

La mela

Quando diciamo che “una mela al giorno leva il medico di torno” potremmo tranquillamente sostenere che leva di torno anche un alito imbarazzante. Gli enzimi naturali contenuti nelle mele sono naturalmente predisposti a sconfiggere lo zolfo, sostanza che per prima causa alito cattivo. Fondamentale ovviamente è anche il principio della masticazione e della relativa pulizia dei denti e delle gengive, masticando le mele.

Approfondimento

La ricetta del muffin di Halloween con zucca e spinaci

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te