Ecco perché i sommelier ci sconsigliano di acquistare vini troppo economici al supermercato

Potremmo definire questo articolo dei nostri Esperti della Redazione come una “spesa accompagnata al reparto vini”. Abbiamo infatti provato questa esperienza con un sommelier abilitato, cercando di carpire tutti i segreti nella scelta di un buon vino. Ecco perché i sommelier ci sconsigliano di acquistare vini troppo economici al supermercato, diffidando di queste insidie. Scopriremo assieme alcune curiosità davvero interessanti in materia.

Cifre troppo basse

Acquistare una bottiglia di vino che costi meno di 4 euro è effettivamente un azzardo. Secondo gli esperti, infatti, un costo così esiguo, difficilmente potrebbe coprire le spese di:

  • produzione;
  • imbottigliamento;
  • trasporto;
  • logistica;
  • guadagno alla rivendita.

Funziona invece anche nei supermercati il chilometro zero

Ecco perché i sommelier si sconsigliano di acquistare vieni troppo economici al supermercato, ma bisogna pur tener conto delle eccezioni. Ci sono infatti alcune insegne della Grande Distribuzione, che, attraverso le cantine sociali di zona, riescono a proporre dei “localismi” a prezzi vantaggiosi. Localismi significa legarsi commercialmente con i produttori locali, a chilometro zero, e, ottenere tramite accordi e contratti, del buon vino a costi davvero contenuti. Ricordiamo, però, che, anche per il semplice costo del vetro, un vino di qualità, difficilmente rientra nella fascia prezzo da 3/4 euro.

Attenzione ai rosè

Una qualità di vino che si presta decisamente alla nostra attenzione per il rapporto prezzo qualità è il rosè. Trattandosi di un vino con una distribuzione e una vendita decisamente inferiori al rosso o al bianco, non può giustificare un prezzo troppo basso. I migliori rosè rimangono quelli di produzione artigianale e il consiglio degli esperti è proprio quello di andare ad acquistarli direttamente nelle cantine.

Attenzione anche alle annate

Quando sugli scaffali vediamo delle offerte che riguardano nomi di vini famosi in tutto il mondo, come il Brunello di Montalcino, invecchiato, sotto i 10 euro, dobbiamo diffidare. Sempre meglio, in questo caso, virare decisamente su vini più giovani, che possano eventualmente giustificare un prezzo simile. Ecco perché i sommelier ci sconsigliano di acquistare vini troppo economici al supermercato.

Rimandiamo i nostri Lettori all’approfondimento riguardante i possibili tranelli nella vendita del pesce per i nostri veglioni.

Approfondimento

Come dobbiamo tutelarci e tutto quello che dobbiamo sapere per acquistare pesce fresco e sano per le feste natalizie

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te