Ecco perché chi ha un gatto amerà ritrovarsi in queste categorie

I gatti, come i cani, sono vera e propria parte integrante della famiglia. I protagonisti della casa capaci di donare serenità e leggerezza ai loro padroni umani.

Le personalità che può mostrare un gatto sono molteplici: affettuoso, vivace, dormiglione ma anche molto indipendente.

Le sfumature del carattere di un gatto sono innumerevoli e non finiscono mai di stupire.

Tuttavia, a volte, l’indipendenza e l’intraprendenza dei gatti può sorprendere, anche negativamente, il padrone.

Esistono, però, diverse tipologie di “gattari”, classificati a seconda del comportamento che adottano nei confronti del loro amico a quattro zampe.

Ecco perché chi ha un gatto amerà ritrovarsi in queste categorie.

Apprensione

Il padrone apprensivo teme che lasciando uscire di casa il gatto potrebbero succedergli le peggiori cose. Il felino potrebbe perdersi o, peggio, essere investito da una automobile o preso da qualcuno. Per questo motivo preferisce confinare il gatto tra le quattro mura domestiche, non permettendogli mai di uscire.

Si tratta di tipologie di padrone che si trovano frequentemente in città molto trafficate ma non è raro trovarli anche in zone meno frequentate.

Libertà

La seconda tipologia di padrone è quello che difende strenuamente la libertà del suo amico felino. Per questo motivo al gatto è permesso tutto, dal catturare animali all’uscire a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Sono, sicuramente, persone meno ansiose rispetto al padrone apprensivo. Ritengono che la libertà debba prevalere nel bilanciamento tra libertà e rischi.

Tolleranza

La terza tipologia di padrone è in posizione intermedia tra quello apprensivo e lo strenuo difensore della libertà. Si tratta di padroni che lasciano tranquillamente libero il gatto durante il giorno ma preferiscono tenerlo in casa durante la notte.

Inoltre, non amano l’idea che il loro gatto possa uccidere o fare soffrire altri animali ma arrivano a tollerarne l’idea. Questo perché l’alternativa sarebbe imporre restrizioni al quattro zampe.

Vivi e lascia vivere

L’ultima tipologia di “gattaro” è quella che più si avvicina al padrone amante della libertà. Il gatto è visto come ospite che può andare e venire. Tuttavia, a differenza del difensore delle libertà, è consapevole e teme che possa succedere qualcosa al gatto.

Però si fida delle sue capacità e non teme che mossa morire. Per quanto riguarda la caccia interviene solamente quando comincia a ritenere eccessive le uccisioni messe in atto dal suo animale. Ecco, quindi, perché chi ha un gatto amerà ritrovarsi in queste categorie.

Consigliati per te