Ecco perché chi ha bambini non butta più le lattine delle bibite

Le lattine delle bibite occupano una voce importante nel bidone della raccolta differenziata delle famiglie con bambini e adolescenti. Ma oggi è possibile non solo ridurre questo ingombro, ma anche riciclarle subito. Senza affidarle al ritiro, che le conferisce ai consorzi di riciclo. I quali, come tutti sanno, le riportano allo stato di materia prima. Ecco come trasformarle e divertirsi con l’aiuto degli Esperti di ProiezionidiBorsa.

ProiezionidiBorsa TV

Un’idea no cost per i “ricordini”

Le lattine di bibite sono facili da riciclare e con pochissima spesa possono diventare un delizioso regalino per i nostri figli e gli amici dei nostri figli.

Quando c’è una festa di compleanno, ormai si usa ringraziare gli ospiti che arrivano con un regalo con… un altro regalo, di minore entità. Per non aggiungere un’altra spesa a quelle della festa (torta, animatrice, decorazioni), ecco i “ricordini” personalizzati e creati con le lattine usate. Ecco perché chi ha bambini non butta più le lattine delle bibite. Per risparmiare e stupire.

Ecco perché chi ha bambini non butta più le lattine delle bibite

Innanzitutto, bisogna lavarle molto bene da ogni residuo liquido. Poi togliere pazientemente tutta la parte superiore della lattina, che ospita la linguetta di apertura.

Si può farlo con un martello e un cacciavite. In questo modo otterremo un’apertura molto larga, quasi dello stesso diametro della lattina. Per stare tranquilli, possiamo stendere un filo di silicone tutto intorno oppure passare con dello smalto trasparente. Il bordo interno non deve assolutamente risultare pericoloso per le piccole dita.

Scateniamo la fantasia

Ora passiamo alla parte più divertente, la pittura e decorazione delle lattine che stanno diventando dei simpatici portamatite.

Scegliamo uno smalto per metallo a finitura opaca. Oppure diamo un’occhiata in garage o nel ripostiglio, usiamo degli avanzi di pittura usati per rinnovare infissi e cancelli, aggiungendo qualche goccia di colore.

In una nuance tranquilla, per esempio verde o blu avio per i maschietti. Oppure uno sferzante giallo evidenziatore. Per le bambine scegliamo rosa antico, sempre mat. Oppure grigio perla chiarissimo o rosa evidenziatore, sempre mat.

Dipingiamo accuratamente l’esterno delle lattine con un pennello, senza creare righe o sbavature. A questo punto, le lattine “al maschile” possono essere stritolate leggermente nel palmo della mano, per dare un aspetto simpaticamente vissuto. Quelle al femminile possono restare anche lisce, dipingiamole col nome della destinataria in verticale.

Volendo strafare, prima che la pittura asciughi, si può aggiungere un fiocco sottile di velluto sul bordo o una spruzzata di spray al glitter, per conferire un effetto sparkling al nostro lavoro.

Consigliati per te