Ecco perché bisogna avere nel proprio giardino questa pianta profumata e colorata, definita la meraviglia dell’Oriente

Aprile è il mese dell’anno che permette di assistere a spettacoli della natura meravigliosi.
Molte piante fioriscono e si risvegliano con fiori nuovi e piccole foglie. Complici di questo cambiamento sono le api e le farfalle, attratte dal nettare dei fiori.

Tra le tante fioriture, ce n’è una che lascia veramente senza fiato. Si tratta della peonia arbustiva.
Ecco perché bisogna avere nel proprio giardino questa pianta profumata e colorata, definita la meraviglia dell’Oriente.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Come è fatta una peonia arbustiva

Il suo nome deriva dal greco e il termine peonia può essere tradotto come salutare, che guarisce. Probabilmente è dovuto al fatto che, tantissimi anni fa, le sue radici venivano usate per realizzare degli unguenti per medicare.

Ponendo lo sguardo sulla tassonomia, esistono molteplici tipi di peonie che possiamo classificare in due grandi gruppi: le peonie erbacee e le peonie arbustive, protagoniste di questo articolo.

La peonia arbustiva è definita meraviglia dell’Oriente perché le principali specie derivano dalla Cina dove, da secoli, si portano avanti processi di ibridazione per generare nuove varietà.

Vediamo adesso le caratteristiche di queste splendide piante.
Queste possono, innanzitutto, essere coltivate sia in vaso che in giardino. Hanno un arbusto poco ramificato, le foglie sono di un colore verde scuro e i fiori raggiungono i 20 o i 30 cm di dimensione.
Giallo, rosso, bianco o rosa i colori principali dei fiori delle peonie.
Inoltre sono piante facili da coltivare che resistono anche alle temperature più fredde.

I vantaggi di averla nel proprio harem di fiori

La peonia arbustiva è una pianta molto versatile, in grado di tollerare sia l’esposizione diretta dei raggi del sole, sia l’ombra parziale.
Basta che il terreno appena sotto la superficie sia umido e che dal mese di marzo la pianta sia adeguatamente innaffiata. Attenzione sempre ad evitare i ristagni.

I fiori che regala sono tantissimi, profumati e belli da vedere.
Sono molto resistenti agli attacchi dei parassiti ma presentano un certo grado di tossicità.

Soprattutto nel caso in cui si abbiano degli animali in casa o dei bambini piccoli, è bene prestare attenzione alle foglie perché potrebbero causare nausea e mal di stomaco.

Se piantate a terra daranno il massimo: per svilupparsi al massimo hanno bisogno di spazio.
Non hanno bisogno di eccessiva potatura ma, quando necessario, si deve effettuare nei mesi in cui la pianta è in riposo vegetativo, ossia durante l’inverno.

Fiori dai colori e profumi vivaci, facilità nella coltivazione, resistenza alle temperature più fredde: ecco perché bisogna avere nel proprio giardino questa pianta profumata e colorata, definita la meraviglia dell’Oriente.

Consigliati per te