Ecco l’occasione per entrare nella Pubblica Amministrazione: da 1.294 euro al mese e fino a 66 anni di età

In arrivo il concorso ATA 2021 terza fascia. Le nuove graduatorie varranno per il triennio 2021/2023. Il Ministero dell’Istruzione ha proposto una finestra primo febbraio-due marzo 2021, ma si sta valutando l’ipotesi di procrastinare ancora un po’. L’opportunità offerta è di notevole importanza. Lo stipendio base (lordo) è da 1.294 euro al mese e si può partecipare se si hanno fino a 66 anni di età. Ecco l’occasione per entrare nella Pubblica Amministrazione.

Si chiede, infatti, uno slittamento per non ingolfare le segreterie. Si è ipotizzato, infatti, di fissare l’inizio tra il primo giugno e il primo luglio 2021. Proiezionidiborsa illustra come essere assunto nella Pubblica Amministrazione con inserimento in questa graduatoria.

Ecco l’occasione per entrare nella Pubblica Amministrazione

Per personale ATA si indica il personale che presta servizio presso un istituto scolastico o struttura educativa, con compiti amministrativi, tecnici ed ausiliari.

È un’importante opportunità di lavoro per tanti, grazie alla stabilità economico-lavorativa che può dare entrare a far parte della Pubblica Amministrazione.

Le figure per cui candidarsi sono: collaboratore scolastico, assistente amministrativo, assistente tecnico, addetto all’azienda agraria, guardarobiere, infermiere, cuoco.

Bisogna presentare le domande in via telematica, mediante l’applicazione POLIS delle istanze online del Ministero dell’Istruzione. Nella bozza è già inserita la possibile tabella dei titoli (Allegato A), anche se da confermare

I requisiti richiesti

Come titolo richiesto è sufficiente il diploma, ad eccezione per alcuni diplomi che servono sotto il profilo tecnico. Il nuovo bando sarà molto probabilmente simile al bando del 2017, con la novità del dover presentare le istanze online. Questo è un concorso per soli titoli, ciò vuol dire che non sono previste prove d’esame, ma consente di entrare in graduatoria.

I requisiti richiesti sono:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato UE;
  • età compresa tra i 18 e i 66 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non rientrare in alcuna ipotesi di ostacolo all’accesso del pubblico impiego.

Come titolo di studio è sufficiente il diploma.

Gli stipendi variano a seconda del profilo professionale ricoperto, anzianità di servizio ed eventuali indennità spettanti. Per sapere quanto sia lo stipendio del personale ATA, bisogna fare riferimento al CCNL Istruzione e Ricerca.

Ad esempio un collaboratore scolastico ha uno stipendio base di euro 1.294 (lordi). Invece i coordinatori amministrativi e tecnici, di euro 1.658 (lordi).

Si resta pertanto in attesa del bando. Certamente una grande occasione per tanti ancora fuori dal mondo del lavoro, sotto tanti punti di vista.

Il primo fra tutti l’opportunità di entrare nella Pubblica Amministrazione, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Lo stipendio parte da 1.294 euro al mese e ricordiamo che si può partecipare se si hanno fino a 66 anni di età. Ecco l’occasione per entrare nella Pubblica Amministrazione.

 

Approfondimento

Messaggio INPS n.217 proroga termini per andare in pensione a 58 e 59 anni con Opzione donna, ma conviene?

Consigliati per te