Ecco l’ultima possibilità per incassare il Buono Fruttifero Postale della nonna rimasto nel cassetto

Proprio così, mentalmente si rimanda di anno in anno, con ragioni mentali del tipo: tanto si duplica, si triplica. E così nella convinzione di far cosa buona si lascia nel fatidico cassetto per anni senza pensare che potrebbe avere una scadenza. Ecco l’ultima possibilità per incassare il Buono Fruttifero Postale della nonna rimasto nel cassetto. Proiezionidiborsa illustra ai Lettori quando si prescrive il diritto all’incasso del Buono e le recenti proroghe dello stesso fino al 31 marzo.

Cosa accede ai nostri Buoni Fruttiferi una volta prescritti

I Buoni Fruttiferi Postali si prescrivono in 10 anni dalla relativa scadenza, essi sono rappresentati da documenti cartacei. La prescrizione degli stessi determina la decadenza dal diritto del rimborso sia del capitale investito sia degli interessi maturati. Pertanto è bene segnarsi sul calendario la data di scadenza dei buoni fruttiferi postali e a stare attenti al termine di prescrizione decennale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Per quanto riguarda i Buoni Fruttiferi Postali emessi dal 18 novembre 1953 fino al 13 aprile 2001 è del Ministero dell’economia e delle finanze. L’importo che si prescrive, in questi casi, è del Ministero. Mentre la titolarità dei Buoni emessi dal 14 aprile 2001 è della Cassa Depositi e Prestiti SPA, quale organo emittente.

L’importo prescritto di questi Buoni andrà a favore del Fondo presso il Ministero dell’economia e delle finanze, per indennizzare i risparmiatori vittime di frodi fiscali.

Ecco l’ultima possibilità per incassare il Buono Fruttifero Postale della nonna rimasto nel cassetto

Poste Italiane ha pubblicato sul proprio sito un avviso importante in merito ai Buoni Fruttiferi Postali. In particolare, con tale avviso, informa tutti coloro che sono in possesso di tutte le tipologie di Buoni Fruttiferi Postali prescritti durante la pandemia. Detti Buoni, anche se prescritti, tra il primo febbraio 2020 e il 31 gennaio 2021, si possono incassare fino al 31 marzo 2021.

Per avere maggiori informazioni, gli utenti potranno rivolgersi al personale presso gli Uffici, consultare il sito poste.it, o contattare il numero gratuito 800.00.33.22.

Occhio pertanto alla scadenza dei nostri Buoni nel cassetto, nel caso in cui la scadenza non sia riportata la si potrà verificare sul sito poste.it. La nonna non vorrebbe mai che i suoi sacrifici rimangano nel cassetto!

 

Approfondimento

Agli eredi spetta il rateo ereditario INPS, ecco come fare la domanda in questi casi

Consigliati per te