Ecco l’ortaggio amico dell’intestino che aiuterebbe a prevenire il tumore e regolare il colesterolo

Il continuo susseguirsi delle stagioni porta in tavola sempre alimenti nuovi sui quali, approfondendo la ricerca, potremmo apprendere molto.

Non è infatti la prima volta che evidenziamo alcune qualità di alimenti comuni che non sempre sono note a tutti. In tema di alimenti autunnali, per esempio, ecco lo straordinario agrume di stagione ricco di antiossidanti che potrebbe ringiovanire pelle e cartilagini.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Quello di cui invece tratteremo oggi è un ortaggio che potremo trovare sui banchi alimentari da adesso fino alla primavera, di cui descriveremo le proprietà e come cucinarlo.

Dunque, non perdiamo tempo e scopriamo quanto di buono possa offrirci il carciofo.

Un ortaggio antico

Le origini del carciofo sono dibattute tra le culture antiche a cavallo tra Egitto e Roma e pare fu portato in Europa dalle popolazioni arabe.

Un carciofo crudo apporta 47 calorie per ogni 100 g di prodotto e vanta un’abbondante quantità di vitamine ed antiossidanti che promuovono la funzionalità dell’organismo.

Inoltre, come riportato da Humanitas il carciofo è ricco di fibre vegetali che favoriscono il transito intestinale e sembrerebbero ridurre il rischio di cancro.

Insieme all’alto quantitativo di fibre sono, poi, i sesquiterpeni lattonici e la cinerina al suo interno ad aiutare la regolazione dei livelli di colesterolo nel sangue.

Ecco l’ortaggio amico dell’intestino che aiuterebbe a prevenire il tumore e regolare il colesterolo

Infine, come detto in precedenza, il carciofo è una vera e propria miniera di vitamine amiche della salute. Tra queste, merita una menzione particolare la vitamina K, che aiuta la salute di cervello e ossa. Mentre i livelli di minerali contenuti del carciofo, specialmente di rame, ferro e potassio, potrebbero aiutare il sistema cardiovascolare.

Non temere gli scarti del carciofo

Generalmente il carciofo è un ortaggio molto temuto in cucina perché tende a rimanere duro e fibroso, risultato che può essere modificato con qualche accortezza.

Proporremo un modo di cottura molto semplice che non prevede grassi e garantirà un carciofo morbido e fondente. Piccola premessa: è del tutto normale che il carciofo produca molti scarti ma eliminarli sarà necessario per una buona riuscita.

Come cucinarlo

Dovremo eliminare il gambo lasciandone appena 3-4 centimetri sull’ortaggio e privandolo della parte esterna più dura. Stesso discorso dovrà essere fatto con i petali che dovranno essere rimossi fino al raggiungimento della parte bianca che sarà il segnale che possiamo fermarci.

Eliminiamo la cima del carciofo per circa 2 cm e passiamoli in acqua e limone per evitare che anneriscano.

A questo punto, mettiamoli a testa in giù in un pentolino con 2 dita di acqua, del sale e una foglia di alloro, e copriamo cuocendo per 15 minuti.

Al termine della cottura, i carciofi si saranno cotti nella loro stessa acqua risultando morbidissimi ma comunque gustosi.

Dovute precauzioni

In conclusione ricordiamo che le proprietà del carciofo fin ora descritte rimangono valide ma è sempre necessario un consulto medico. Infatti i carciofi potrebbero confliggere con alcuni antidiuretici.

Ecco l’ortaggio amico dell’intestino che aiuterebbe a prevenire il tumore e regolare il colesterolo.

Approfondimento

Più di carne rossa e latticini è questo l’alimento killer che scatena il cancro al colon

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te