Ecco le cartellate pugliesi per stupire tutti con un dolce tipico

La ricetta di un dolce tipico pugliese da un lato facile da preparare e, dall’altro, golosissimo. Stiamo parlando delle cartellate pugliesi, un dolce che è buono da preparare e da consumare in qualsiasi occasione. A livello locale viene portato a tavola prevalentemente nel periodo natalizio.

Allora, ecco, dunque, le cartellate pugliesi per stupire tutti con un tipico dolce pugliese dalla caratteristica forma di coroncina. E che si può portare a tavola in almeno tre modi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Ecco le cartellate pugliesi per stupire tutti con un dolce tipico, ingredienti e preparazione

Nel dettaglio, per preparare le cartellate pugliesi occorre realizzare un impasto omogeneo che richiede tre semplici ingredienti. E questi, peraltro, dovrebbero essere già presenti in dispensa. E cioè la farina, l’olio ed il vino. La farina deve essere di grano duro e l’olio rigorosamente extravergine di oliva.

Per quel che riguarda le dosi, ogni 500 grammi di farina occorre mettere nell’impasto 100 ml di olio extravergine di oliva e 100 ml di vino bianco dolce. La farina e l’olio vanno aggiunti insieme per l’impasto. Il vino, invece, deve essere versato un pò per volta. Al tutto va aggiunto pure un pizzico di sale, così da assicurare un impasto omogeneo.

Dopo aver fatto riposare per un’ora l’impasto ricavare da quest’ultimo piccole porzioni per dare vita alle cartellate. E occorre procedere conferendo al dolce la tipica forma a coroncina.

A tale scopo, l’attrezzo perfetto per creare la giusta forma è senz’altro la rotella smerlata. Una volta preparate le cartelle, queste devono essere fatte riposare almeno un altro paio d’ore. E soltanto allora passare alla cottura. Precisamente occorre friggerle in olio bollente e quando pronte servirle le tavola al momento. Oppure dopo averle passate nel miele oppure nel vino cotto così da renderle ancora più gustose. E in ogni caso spolverando con zucchero a velo e con cannella.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te