Ecco la vera ricetta degli spaghetti al nero di seppia. Tutti i segreti per stupire gli ospiti con un piatto unico

Gli spaghetti al nero di seppia sono un vero e proprio must della cucina siciliana. Un primo a base di pesce dal sapore unico e intenso, ormai apprezzato e diffuso praticamente in tutto il paese. Eppure ogni siciliano che ama questo piatto ammetterà che non si è trattato di amore a prima vista.

Il sugo di questo piatto infatti è celebre per la sua colorazione totalmente nera. Vedere per la prima volta questo piatto lascia letteralmente a bocca aperta. Ma al primo coraggioso assaggio è subito amore.

La colorazione particolare è data dall’utilizzo dell’inchiostro contenuto nelle seppie. La vera ricetta degli spaghetti al nero di seppia è di per sé molto semplice e veloce. L’unico passaggio che merita una certa attenzione è proprio l’estrazione dell’inchiostro.

Gli ingredienti per degli ottimi spaghetti al nero di seppia (2 persone)

  • 300g di spaghetti o linguine;
  • 600g di seppie fresche (con le sacche di inchiostro intatte);
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 200g di polpa di pomodoro;
  • sale, zucchero, prezzemolo e peperoncino q.b.

Per procedere alla pulizia delle seppie si consiglia di indossare dei guanti monouso.

Ecco tutti i passaggi della vera ricetta degli spaghetti al nero di seppia

Per procedere alla corretta pulizia delle seppie e per estrarre l’inchiostro ecco una guida perfetta.

Una volta effettuati tutti i passaggi indicati nell’articolo di sopra, le seppie saranno pulite e pronte per essere cucinate.

In una padella si può procedere a far soffriggere l’aglio finché non sarà ben dorato. Una volta tolto l’aglio è il momento delle seppie. Queste vanno salate e saltate in padella per un paio di minuti con il vino bianco. Una volta saltate le seppie si può aggiungere il pomodoro con un pizzico di sale e di zucchero. Per far insaporire al meglio la polpa si consiglia una cottura a fuoco lento per 15 minuti.

Trascorsi questi minuti, quando la polpa sarà ben ristretta, si può procedere ad aprire le sacche con l’inchiostro mescolando bene il tutto.

Il sugo a questo punto comincerà ad assumere la tipica colorazione nera. Saranno sufficienti un paio di minuti e questo meraviglioso sugo sarà pronto!

Non resterà che cuocere gli spaghetti ed infine unirli al condimento. Una spolveratina di prezzemolo, un pizzico di peperoncino ed il gioco è fatto!

Per concludere il pasto con un fantastico dessert ecco la ricetta della tradizionale cassata siciliana.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te