Ecco la ricetta per fare i dorayaki di Doraemon anche senza lievito e uova

Cosa mangia Doraemon? È da qui che parte tutto. In uno dei cartoni animati giapponesi più seguiti al Mondo vediamo spesso apparire dei dolci appetitosi durante la merenda di Nobita, il grande compagno di avventure di Doraemon. Il pasto a cui ci riferiamo sono i dorayaki. Cosa sono? Dei dolci tipicamente giapponesi che possono essere ripieni e a forma di una specie di panino, ma non solo.

La ricetta del dorayaki si può fare con e senza Bimby o nella padella. Si tratta di un dolcetto facilissimo da fare, di poche calorie e anche gustoso. La ricetta tradizionale contiene il miele, le uova e il lievito, ma si può fare anche in versione vegetariana, molto leggera. Alcuni aggiungono il latte, ma la vera ricetta base non lo prevede. Quindi, ecco la ricetta per fare i dorayaki light. Scopriamo insieme come realizzarli anche senza lievito, uova e miele. Oltretutto, vediamo cosa sono, come conservarli e condirli.

Cosa sono i dorayaki?

Secondo Wikipedia, il dorayaki è un tipico dolce giapponese composto da due pancake e riempito con salse dolci. Si vede comparire in tutte le puntate del cartone animato giapponese Doraemon. In tanti poi si chiedono che differenza c’è tra i dorayaki e i pancakes, anche se entrambi possono essere proteici e dietetici e realizzati in soli 5 minuti. I pancakes sono più piatti, mentre questi dolci giapponesi sono più gonfi.

Ecco la ricetta per fare i dorayaki di Doraemon anche senza lievito e uova

I dorayaki sono adatti per la merenda, lo spuntino o la colazione. Diversamente dalla ricetta originale, che richiede anche il lievito, le uova e il miele, questa ricetta vegana ha i seguenti ingredienti:

  • 150 g di farina di farro;
  • 50 g di zucchero;
  • 200 g di acqua;
  • 1 cucchiaino di bicarbonato.

Passiamo al procedimento. Per la preparazione occorre come prima cosa unire e mescolare nella ciotola zucchero, farina e bicarbonato. Il passaggio successivo prevede di aggiungere l’acqua e continuare a mescolare. Poi bisogna scaldare una padella con l’olio e immergere il composto attraverso un cucchiaio. Dopodiché si dovrà lasciar cuocere finché non si vedranno le bollicine. In questo caso è necessario girare il preparato cotto dall’altra parte. Si continuerà in questo modo anche con gli altri dorayaki fino ad esaurimento del materiale.

Come conservarli e farcirli

I dorayaki dovranno essere conservati in frigorifero in un piatto ricoperto di pellicola trasparente oppure in un contenitore. Questi dolci vengono tipicamente riempiti di Nutella, ma possono essere farciti in vari modi. Per esempio, per la farcitura si può scegliere la marmellata, la crema semplice o la salsa di pistacchio oppure la crema alla nocciola, senza dimenticare il cioccolato bianco.

Lettura consigliata

La ricetta per fare il pesto in casa senza frullatore e come conservarlo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te