Ecco la ricetta dello street food più amato dai siciliani

Da quello più pregiato a quello più “povero”, lo street food è parte della nostra vita quotidiana: rappresenta il modo di vivere la cultura, la tradizione e la storia del posto in cui ci troviamo.

Nella tradizione sicula e, in modo particolare, nella città di Palermo lo street food esiste da sempre, addirittura da prima che si chiamasse con questo termine.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Passeggiando per le famose vie di Palermo, ciò che colpisce è proprio il profumo, poiché lo street food è sempre dietro l’angolo.

Sono tanti i tipi di street food siciliani famosi in tutta Italia. Eppure, ce n’è un tipo non tanto conosciuto ma è lo street food che rappresenta di più Palermo e i siciliani: u pani ca meusa.

Ecco la ricetta dello street food più amato dai siciliani.

Ricetta del pane con la milza

I siciliani mangiano il pane con la milza stando in piedi come tradizione vuole. Eppure lo si può mangiare tranquillamente nella propria casa e perché no, cucinarlo anche in casa. Bastano dei piccoli ma necessari accorgimenti affinché “u pani ca meusa” fatto in casa sia gustoso come quello di strada.

Ecco la ricetta dello street food più amato dai siciliani, da gustare in compagnia.

Ingredienti

  • 500 gr di milza tagliata sottile e bollita
  • 500 gr di polmone tagliato e bollito
  • 400 gr di trachea tagliata e bollita
  • 500 gr di strutto

Procedimento step by step

Primo step: mettere una padella a scaldare per fare sciogliere lo strutto, in cui verranno immersi il polmone e la trachea. Bisogna mescolare per portarle ad un’adeguata cottura e in un secondo momento bisogna introdurre le fette di milza per farle cuocere.

Secondo step: mentre le frattaglie cuociono, bisogna tagliare il panino dalla forma tonda e privarlo della mollica. In un’altra padella è utile riscaldare la parte superiore del panino affinché sia croccante e più gradevole al palato.

Terzo step: adagiare le fette di milza sul pane e con l’aiuto di un cucchiaio prendere i pezzi di polmone e trachea unendoli alla milza.

Quarto step: prima di essere consumato, bisogna schiacciare il panino affinché non sia troppo unto.

Per completare il panino, tradizione vuole che si aggiunga il caciocavallo o la ricotta nella sua versione “maritata” (sposata). Per chi non lo preferisse, lo si può gustare anche senza.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te