Ecco in quale angolo del giardino possiamo piantare quest’albero mediterraneo che pochi hanno

All’inizio dell’autunno tra i nostri buoni propositi per il nuovo anno, per chi ne dispone, c’è quello di rimettere mano al giardino. Riprendere la cura dell’erba e delle piante e soprattutto considerare la possibilità di porre a dimora nuovi fiori o arbusti. C’è un albero che non vediamo spessissimo in giardino, almeno non in tutta Italia, per il semplice fatto che richiede un clima squisitamente mediterraneo. Eppure è simbolo di vita perché porta frutto e contribuisce ad un tocco decorativo del nostro spazio verde davvero singolare. Parliamo dell’olivo, arbusto longevo che richiede un certo spazio perché può crescere di molto anche in ampiezza. Non è una pianta particolarmente esigente in termini di cura ma pretende delle caratteristiche climatiche e del terreno vitali.

Ecco in quale angolo del giardino possiamo piantare quest’albero mediterraneo che pochi hanno

Si tratta di una pianta che ama il sole quindi la prima cosa da fare è capire quale parte del giardino è più esposta al sole e destinarla alla nuova piantagione. Dovremmo evitare zone d’ombra anche perché favorirebbero la riproduzione di parassiti. Il terreno ideale è quello argilloso perché ne favorisce il drenaggio, difatti l’olivo anche se necessita di una giusta irrigazione soprattutto nella fase di crescita iniziale, mal sopporta i ristagni d’acqua. L’eccesso di liquidi alla base dell’arbusto, infatti, può portare la pianta a morire. Eventualmente se proprio non vogliamo rinunciare a quest’idea simpatica dovremmo acquistare un quantitativo di terreno argilloso prima di mettere a dimora l’albero.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come si pianta

Meglio evitare i semi perché in questo caso finché vediamo i primi segni di vita della pianta ci vuole molto tempo. I vivaisti consigliano di acquistare un olivo di almeno due anni di vita. Così sarà in grado di sopportare il travaso e il trapianto nel terreno aperto. Nella posizione individuata al sole, per prima cosa dobbiamo preparare l’area: procurarci (se non c’è già) del terreno argilloso, ripulire il sito di fogliame ed erbacce. Aggiungiamo del concime che il vivaista medesimo saprà consigliarci e procediamo nel preparare una buca che non dev’essere molto profonda altrimenti la pianta soffoca nel terreno.

A questo punto rimuoviamo la pianta dal vaso e riponiamo nel terreno avendo cura di non strappare le radici. Normalmente se la pianta proviene da un vivaio, contiene già in sé (nella parte di terreno del vaso) del concime utile alla sua crescita. In questo caso potrebbe non essere necessario concimare preventivamente il terreno. Ed ecco in quale angolo del giardino possiamo piantare quest’albero mediterraneo che pochi hanno per un restyling (riprogettazione) generale e migliorativo del nostro spazio verde.

Alcune attenzioni

Curiamo l’irrigazione che non dovrà essere eccessiva, infatti, spesso si ricorre ad un impianto a gocce in grado di garantire un apporto d’acqua misurato. Nel mese di marzo – aprile dovremmo procedere alla potatura e prestare attenzione alla comparsa e all’attacco di eventuali parassiti. Ce ne accorgeremo dallo stato di salute generale della pianta, osservando il fogliame e la crescita. Nel caso, dovremmo consultare un vivaista o un agronomo e chiedere suggerimento sul trattamento da effettuare. L’olivo donerà al nostro giardino un angolo insolito, creerà ombra per un effetto decorativo singolare che ben si presta alla collocazione sottostante di un elegante arredo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te