Ecco il trucco perfetto per ottenere capesante morbide dentro e croccanti fuori

Molti come nuovo proposito dell’anno nuovo hanno intenzione di mettere mano alla propria alimentazione. Fra le cose a cui mettere mano ci sono anche le proteine. Generalmente infatti è necessario aumentare le frequenze di quelle vegetali e diminuire quelle animali, preferendo però quelle di mare al posto della carne. Per questo secondo intento possiamo cominciare a spaziare fra i tanti esemplari che il nostro mare ci offre. Infatti oltre ai classici filetti di pesce e ai crostacei, è presente l’infinito mondo dei molluschi. Per questo oggi vediamo come cucinare le capesante. Ecco il trucco perfetto per ottenere questo ingrediente morbido dentro e croccante all’esterno. Scopriamo insieme come possiamo fare per un piatto di mare a regola d’arte.

In primis, la scelta del prodotto

Come ormai quasi tutti i prodotti presenti in commercio, anche le capesante possono essere comprate sia fresche che prese dagli scaffali del congelatore. Nel primo caso dal pescivendolo uno dei modi per capire se ci si trova di fronte ad un buon esemplare è controllare che il mollusco sia ancora vivo. Si può capire dalla apertura del guscio parziale oppure quasi totale. Però si possono trovare anche totalmente aperte e già pulite. Se invece si prendono da pulire basta sciacquarle sotto l’acqua corrente e usare una piccola spazzola per togliere eventuali residui di sabbia. Con il coltello poi basta forzare la conchiglia per aprirla e rimuoverla con il cucchiaio. Invece nel caso della vaschetta congelata, suggeriamo di comprare le confezioni di alto livello.

Ecco il trucco perfetto per ottenere capesante morbide dentro e croccanti fuori

Per renderle poi deliziose e saporite basta farle o in padella o accompagnate con una gratinatura. Per fare la prima ricetta basta lavarle e tamponarle con un foglio di carta assorbente. Poi basta cospargerlo di sale e pepe nero. Prendere una padella e farla scaldare bene per squagliare una noce di burro. Aggiungere poi le capesante e farle rosolare a fuoco alto per pochi minuti. Farle cuocere per due minuti, girandole bene su ogni lato. In questo modo si creerà una doratura su entrambe le parti. Invece per fare quelle gratinate è necessario preparare un composto di mollica di pane con aglio, sale, pepe e olio. Poi basta passarcele dentro e poi metterle in forno a 180 gradi per 15 minuti.

Lettura consigliata

Questo è il primo piatto di mare perfetto per l’estate che con pochi ingredienti e il minimo sforzo ci farà sembrare degli chef sopraffini

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te