Ecco il tradizionale piatto del sabato santo, la pastiera di pasta

Quando si parla di pastiera tutti pensano alla tradizionale e profumatissima pastiera di grano, ma non tutti sanno che vi è anche un’altra versione. Ecco il tradizionale piatto del sabato santo, la pastiera di pasta. Tipico piatto che si fa con quello che rimane, ricco di ingredienti, sicuramente difficile da smaltire! Ma per le vacanze pasquali, si può fare un’eccezione, soprattutto in questo periodo. E quindi, perché no, dilettiamoci con le ricette tradizionali del nostro bel Paese.

Sembra una frittata di pasta ma non lo è, è un piatto tipico del sud. Le nostre nonne usavano prepararla con pasta e ingredienti che rimanevano, e portarla sulle tavole campane il sabato santo. È più alta della frittata ed è cotta al forno, ma questo non vuol dire sia dietetica, anzi tutt’altro!

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

È molto semplice e facile da preparare ed è buonissima. Si conserva in frigo per due o tre giorni, è ideale, per la sua compattezza, per una gita fuori porta, come il pic-nic di pasquetta. Ecco di seguito illustrato il tradizionale piatto del sabato santo, la pastiera di pasta ed elencati gli ingredienti classici.

Ingredienti

a) 500 gr di pasta mista oppure spaghetti spezzati;

b) 5 uova;

c) salame napoletano a cubetti, o pancetta a cubetti;

d) 40 gr Parmigiano Reggiano grattugiato;

e) 40 gr Pecorino Romano grattugiato;

f) 300 gr di provola affumicata;

g) pepe nero q.b.;

h) sale q.b.;

i) strutto o burro.

Preparazione della pasta

Cuocere la pasta in acqua bollente e salata. Scolare la pasta quando è al dente. Trasferirla in una ciotola per farla raffreddare, unirvi una abbondante noce di burro o un abbondante cucchiaio di strutto, per non farla attaccare.

Nel frattempo tagliare a cubetti il salame, o la pancetta (o qualunque altro salume che abbiamo in casa o preferiamo) e la provala, metterli da parte. Sbattere le uova, aggiungendo sale e pepe q.b. Una volta raffreddata la pasta, unire tutti i restanti ingredienti. Mescolare bene, e versare il tutto in una teglia unta di strutto o burro.

Mettere qualche fiocco di strutto o di burro e infornare a forno ventilato a 200 gradi e cuocere per circa 30 minuti. Verso fine cottura, si può mettere un po’ di formaggio grattugiato per creare una saporita doratura. Farla riposare e servire tiepida. Ecco presentato il tradizionale piatto del sabato Santo, la pastiera di pasta. Buon appetito e buon sabato santo a tutti.

Approfondimento

La pensione o la rendita fino a quasi 1.300 euro per la casalinga in queste situazioni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te