Ecco il sorprendente motivo per cui molte persone non buttano più i rotoli di carta igienica per riutilizzarli in questo modo intelligente

Uno degli alimenti più presenti sulle nostre tavole sono sicuramente i funghi. Ce ne sono tantissime varietà, alcune anche molto buone e pregiate.
Sono facilmente reperibili al supermercato, congelati o freschi. Ma anche dal fruttivendolo sotto casa, magari coltivati a km0.

Ma cosa centrano i rotoli di carta igienica con i funghi? Lo vedremo tra poco: ecco il sorprendente motivo per cui molte persone non buttano più i rotoli di carta igienica, per riutilizzarli in questo modo intelligente.

Un risparmio non indifferente

Come già accennato, la maggior parte delle persone ancora compra i funghi altrove. Eppure, esistono dei modi molto ingegnosi per coltivarli in casa ed averli sempre freschi.

Il beneficio non è solo quello economico. Ma anche di avere un controllo superiore sul prodotto ed esser sicuri che non vi siano residui chimici di produzione.

Un metodo di coltivazione ingegnoso ed a costo zero

Può sembrare una follia, ma è possibile coltivare i funghi (quelli Oyster sono i più indicati) utilizzando dei rotoli di carta igienica.
Ecco l’occorrente:

a) tubi di rotoli di carta igienica senza disegni e senza profumi;

b) spore dei funghi;

c) sacchetti di plastica;

d) elastici.

Innanzitutto, inseriamo dell’acqua in una pentola e portiamola ad ebollizione. Fatto ciò, spegniamo il fuoco ed immergiamo il tubo di rotolo di carta igienica. Una volta inzuppato, togliamolo senza romperlo, facciamolo scolare e poi raffreddare.

Quando sarà tiepido basterà inserirlo in un sacchetto di plastica. All’interno del tubo andranno poi inserite manualmente le spore.
Ora chiudiamo il sacchetto con gli elastici ed appoggiamo tutto su un piatto, che andremo poi a riporre in una scatola.

Quest’ultima andrà sistemata al buio, in un ambiente umido. Dopo una ventina di giorni cominceranno a comparire i primi funghi. Trascorso questo tempo, possiamo riporre il sacchetto in frigo per altri 2 giorni, per accelerarne la crescita.

Fatto ciò, estraiamo il rotolo dal sacchetto e lasciamolo in un luogo illuminato per 7-10 giorni a temperatura ambiente. Ricordiamoci di inumidirlo con regolarità utilizzando uno spruzzino.
Trascorsi questi giorni, asportiamo i funghi pronti.

Quindi, ecco il sorprendente motivo per cui molte persone non buttano più i rotoli di carta igienica per riutilizzarli in questo modo intelligente. Infatti, richiudendo il sacchetto, il micelio ricomparirà e l’operazione può essere ripetuta all’infinito.

Approfondimento

Ecco l’ingrediente segreto per pulire efficacemente i funghi sporchi, senza farli annerire, più un trucco per conservarli a lungo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te