Ecco il sistema veloce e davvero geniale per conservare la spremuta d’arancia per avere una bevanda super vitaminica in ogni momento

La spremuta di arancia è una bevanda genuina ricca di vitamina C. Tutti ne dovremmo bere almeno un bicchiere al giorno. Ideale per la prima colazione, per iniziare la giornata con la giusta dose di energia, è perfetta anche come pausa spezzafame, al posto del caffè (ricordiamo che al massimo se ne possono bere 2 o 3 al giorno). Una bella spremuta fresca è l’ideale anche per i bambini, per una merenda sana e genuina, al posto dei succhi di frutta industriali pieni di zuccheri e conservanti.

L’ideale sarebbe bere la spremuta d’arancia appena fatta. In questo modo è infatti possibile assimilare tutti i suoi nutrienti: vitamine e sali minerali in primis. Col passare del tempo, e soprattutto a contatto con l’aria, la spremuta inizia a subire il processo di ossidazione che poco alla volta porta all’azzeramento del suo contenuto di vitamina C.

Non sempre però si ha il tempo per preparare una spremuta all’ultimo secondo. Diciamo la verità, nella maggior parte delle nostre case la mattina non è poi così festante e gioiosa come viene dipinta nelle pubblicità. Anzi! Siamo tutti di fretta perché nessuno deve far tardi, né a scuola né in ufficio.

Come fare allora?

Ecco il sistema veloce e davvero geniale per conservare la spremuta d’arancia per avere una bevanda super vitaminica in ogni momento.

Iniziamo con lo specificare che conservare la spremuta d’arancia per qualche ora non crea grossi danni. Il sistema più semplice può quindi essere quello di preparare le varie porzioni di bevanda la sera prima, magari dopo cena, prima di lavare i piatti. Travasare il succo in una caraffa con coperchio e riporla in frigorifero. La mattina seguente basterà versare la nostra spremuta fresca nei vari bicchieri.

Congelare il succo di arance spremute

Ecco invece un altro sistema per fare una maxi scorta di spremuta d’arancia. Questa soluzione può tornare molto utile nel caso in cui si acquisti una grande quantità di agrumi. Spesso e volentieri, infatti, specie in determinati periodi dell’anno, è possibile acquistare cassette di arance, mandarini e clementine a prezzi stracciati. E perché non approfittare?

Ecco come fare. Spremere le arance nella maniera in cui siamo abituati, sia con lo spremiagrumi tradizionale che con quello elettrico. Suddividere il succo ottenuto in singole porzioni, ad esempio riempiendo le bottigliette di acqua oppure utilizzando il classico contenitore per fare i cubetti di ghiaccio o i sacchetti adatti per il congelamento.

A questo punto, ogni volta che si ha voglia di una spremuta, bisognerà solo prendere dal freezer qualche cubetto di succo d’arancia (la porzione per un bicchiere coincide con 4 cubetti), metterli in un bicchiere con un goccio di acqua tiepida. Aspettare qualche minuto per far scongelare il tutto completamente. Ed ecco il sistema veloce e davvero geniale per conservare la spremuta d’arancia per avere una bevanda super vitaminica in ogni momento!

La spremuta d’arancia si mantiene bene nel congelatore per massimo 12 mesi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te