Ecco il sistema infallibile per curare la fastidiosa dermatite estiva

Sudore e sole in estate possono irritare notevolmente la nostra pelle ed ecco che arriva la fastidiosa dermatite estiva che ci impedisce di goderci belle giornate in spiaggia. Con rossori pruriti e bollicine.

Ecco i rimedi per farla sparire subito e gli alimenti che la scongiurano, suggeriti dagli Esperti di Salute di ProiezionidiBorsa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La pelle degli anziani si irrita di più

Ecco il sistema infallibile per curare la fastidiosa dermatite estiva. Il sudore, emesso da circa quattro milioni di ghiandole presenti sulla nostra pelle, permette di regolare la nostra temperatura corporea, disperde il calore in eccesso.

Ma, con l’avanzare dell’età, queste ghiandole si atrofizzano. Per questo motivo le persone anziane avvertono meno la sensazione di calore, però si ritrovano più facilmente con la pelle irritata.

La differenza con la disidrosi

Le dermatiti causate da sfregamento irritano la pelle a livello di inguine, ascelle, regione lombare e parte bassa del tronco. Ci ritroviamo con zone molto delicate arrossate, che prudono. Mentre la dermatite da sudore che si sviluppa in presenza di umidità o condizioni caldo- umide, presenta conseguenze del tutto diverse.

Se c’è un eccesso di acqua sulla pelle, si ostruiscono le ghiandole e si formano vescicole pruriginose sul torace. Di solito scompaiono da sole, ma per evitare sovra infezioni batteriche può essere necessario trattarle con antimicrobici.

La reazione allergica al proprio sudore ha un nome diverso, si chiama disidrosi. Si manifesta con vescicole che bruciano e rossore sulle dita delle mani e sulla pianta dei piedi. Ecco un approfondimento sui pediluvi per dare sollievo ai piedi.

Ecco il sistema infallibile per curare la fastidiosa dermatite estiva

Per prevenire o accelerare la guarigione delle dermatiti estive dobbiamo indossare indumenti larghi, che aiutino a disperdere il calore, realizzati in fibre naturali come la garza di cotone, la seta e il lino che favoriscono la traspirazione.

Per la doccia usiamo detergenti delicati e acque termali da tenere in frigo e vaporizzare sulla pelle quando brucia. Le creme all’ossido di zinco ripristinano la cute sana ed evitano la comparsa di macchie quando ci esponiamo ai raggi del sole.

Evitiamo di esporci al sole diretto ed evitiamo i bagni in mare per qualche giorno sulle parti arrossate, per non peggiorare la situazione. Se la dermatite non sparisce, occorre rivolgersi al dermatologo che prescriverà un prodotto a base di cortisone.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te