Ecco il modo perfetto per avere tende da sole con colori vivaci e brillanti, sempre pulite e come nuove

Durante la bella stagione e in modo particolare nei giorni di pieno caldo estivo, le tende da sole risultano essere davvero indispensabili.

Proteggono i nostri balconi, terrazzi e giardini dai forti raggi del sole nelle ore più calde. Regalano un po’ di fresco e alleviano la sensazione di calura. Tuttavia le tende essendo esposte quotidianamente alle polveri, smog e agenti atmosferici sono soggette a sporcarsi velocemente. Sicuramente una pulizia costante e regolare eviterebbe accumuli di sporcizia eccessiva e garantirebbe una maggiore tenuta della tenda.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco il modo perfetto per avere tende da sole con colori vivaci e brillanti, sempre pulite e come nuove con semplici accorgimenti

Sulle tende da sole si accumula di tutto, dalla polvere e smog agli escrementi di uccelli e formazioni di macchie e muffe, spesso di difficile rimozione. Sicuramente la prima cosa da fare è quella di seguire le indicazioni fornite dal produttore della tenda per evitare eventuali danni al tessuto. Decisamente sconsigliati sono l’uso di idropulitrici, vaporelle, solventi e detersi aggressivi che andrebbero a rovinare il tendaggio. Per pulire e lavare le tende da sole senza procurare danni bisogna seguire questi semplici passaggi.

Come già detto in precedenza è opportuno evitare l’utilizzo di idropulitrici, in modo particolare quelle ad alte pressioni e vaporelle ad altre temperature. Così come spazzole ruvide, sfregamenti ripetuti, detersivi aggressivi, candeggine e sbiancanti. Nella maggior parte dei casi si potrebbe incorrere nel rischio di rovinare la parte impermeabile di cui è composto lo strato superficiale del tessuto. Prima di procedere è bene sempre controllare l’etichetta.

Alcune tende smontabili possono essere lavate in lavatrice seguendo le indicazioni riportate. Se la tenda da sole si trova in un balcone è necessario farla scendere fino al pavimento senza agganciarla. Se invece la tenda si trova in una villetta indipendente o a piano terra, basterà agganciarla ai braccetti come solitamente si è abituati a fare.

Prima di tutto è necessario rimuovere tutta la polvere depositata sul tessuto

A tal scopo si può utilizzare un’asta di scopa attaccando un panno morbido alla sua estremità.

Se troppo corta, la si può allungare legando con delle fascette, in modo ben fermo, un’altra asta di scopa dopo aver svitato la spazzola finale. In questo modo si potrà raggiungere anche la parte più alta della tenda evitando l’utilizzo della scala che potrebbe risultare pericolosa. Dunque sarà necessario riempire una bacinella con acqua aggiungendo qualche scaglia si sapone di Marsiglia o qualche cucchiaio di bicarbonato.

Immergere nell’acqua una spazzola a setole morbide, strofinando su tutta la superficie della tenda. Risciacquare abbondantemente con acqua pulita.

Lasciare asciugare completamente e per bene aprendo la tenda al massimo. Insistere maggiormente sulle macchie più ostinate.

Ecco alcuni  piccoli accorgimenti per mantenere la tenda pulita il più a lungo possibile. È assolutamente sconsigliato riavvolgere la tenda quando è ancora bagnata, ad esempio dopo una intensa pioggia o dopo una giornata particolarmente umida. Viceversa dopo una pioggia improvvisa è necessario avere l’accortezza di aprirla per farla asciugare.

Acqua e umidità unite alla polvere sono delle ottime amiche per la formazione di muffe.

Ecco quindi il modo perfetto per avere tende da sole con colori vivaci e brillanti, sempre pulite e come nuove

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te