Ecco il kit da portare sempre con sé per risolvere ogni emergenza tecnologica a lavoro e non solo

Quante volte sarà capitato di trovarsi in viaggio di lavoro con la necessità di effettuare una precisa operazione con i propri dispositivi tecnologici e non sapere come fare? Per esempio: trasferire un file da un dispositivo a un altro, e non avere con sé una penna USB. Oppure: ricaricare lo smartwatch, avendo dimenticato a casa il cavo giusto. Ma anche: collegare un iPad o il proprio laptop a un proiettore per effettuare una presentazione e, disdetta, nessuno ha il giusto adattatore!

Sono piccole necessità che però trovano sempre tutti impreparati. Succede perché, banalmente, nessuno pensa mai a portarsi dietro il necessario. Bene, i Lettori possono smettere di cercare soluzioni: gli Esperti di Tecnologia di ProiezionidiBorsa hanno pensato a una perfetta checklist. Ecco il kit da portare sempre con sé per risolvere ogni emergenza tecnologica a lavoro e non solo. E risolvere qualsiasi problema con i Pc e non solo!

Poche semplici cose

Per prima cosa occorre il giusto contenitore per il kit. Sul mercato ci sono un’infinità di borse organizer per prodotti tecnologici e ricche di scomparti.

Bagsmart ne propone diverse, tutte molto interessanti e ben organizzate. Il primo reparto da riempire è sicuramente quello di cavetteria. Non bisogna dimenticare di selezionare i cavi necessari ai propri dispositivi e sistemarne nella borsa almeno uno per ogni tipo. Ad esempio, un cavo da USB-C a lightning, oppure un micro-USB. In ogni caso, una buona soluzione è quella di includere nel kit un multi-cavo come quello di InCharge, che copre i bisogni di ben 6 dispositivi diversi.

Non può mancare una batteria esterna solida, resistente e a buona tenuta di carica, da almeno 10mila mA/h. I possessori di Apple Watch avranno bisogno di tenerlo in carica. Bene, esistono dei power pack portatili appositi per questo scopo. Comodissimi e compatti da tenere nel kit. Sempre rimanendo nell’ambito Apple, chi usa il MacBook sa quanto siano importanti gli adattatori. Quindi, inserire un dongle multiporta nel proprio kit sarà una mossa intelligente: Anker, Swordfigh e Aukey propongono diversi modelli 7 in 1 che possono soddisfare tante esigenze, dalla porta Ethernet alle uscite HDMI per i proiettori.

Adattatori a go-go

Altre attrezzature utili sono sicuramente un lettore di schede SD multiporta, compatibile con iPhone, iPad, Android, Mac, computer e fotocamere: per non perdere mai i propri file e trasferirli velocemente da un dispositivo all’altro. Immancabile anche una penna USB da almeno 64 GB, magari con doppia porta USB-C e USB-A. Per chiudere il reparto memorie esterne, utile sicuramente anche un supporto più “importante”: un SSD esterno da 256 GB per i file più “pesanti”.

Non possono mancare una buona penna – magari la comodissima e compattissima Fisher Space, progettata per scrivere ovunque, perfino sottacqua – e un coltellino svizzero: torna sempre utile avere qualche attrezzo aggiuntivo sottomano. Ecco il kit da portare sempre con sé per risolvere ogni emergenza tecnologica a lavoro e non solo!

Consigliati per te