Ecco i valori del colesterolo cattivo LDL da non superare soprattutto con diabete, ipertensione e cardiopatie

Le cattive abitudini alimentari di moltissimi consumatori italiani purtroppo hanno conseguenze negative anzitutto sulla salute dell’apparato cardiovascolare. A dimostrarlo chiaramente sono i livelli di glucosio nel sangue,  pressione arteriosa troppo alta, obesità e spesso anche disturbi alla tiroide a diabete. E forse non tutti sanno Quanto deve essere alta la pressione minima e massima in base all’età e come abbassare i valori in 5 minuti. Similmente non è prudente sottovalutare la presenza eccessiva di zuccheri nella circolazione sanguigna che reca danni persino alle funzioni cerebrali.

Altrettanto pericolosi l’accumulo e il deposito di grasso nelle arterie perché il lume delle pareti si restringe e ostacola il flusso del sangue. A ciò segue una ridotta ossigenazione di tessuti e organi che quindi ingenera disturbi e patologie  gravi e croniche. Secondo gli Esperti ecco i valori del colesterolo cattivo LDL da non superare soprattutto con diabete, ipertensione e cardiopatie. E in particolare si consideri che anche semplicemente Questi 3 sintomi a 50 anni svelano che il colesterolo cattivo è alto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Ecco i valori del colesterolo cattivo LDL da non superare soprattutto con diabete, ipertensione e cardiopatie

Mentre le litoproteine ad alta densità (HDL) svolgono un ruolo di protezione vascolare, il colesterolo LDL elevato mette a rischio la salute del paziente. I valori del colesterolo cattivo dovrebbero infatti essere inferiori a 130 mg/dl anche nei soggetti sani che non presentano specifiche patologie. Sarebbe auspicabili livelli ancor più bassi di 130 mg/dl nei pazienti che già soffrono di pressione alta, diabete, obesità o altri disturbi cardiovascolari. Ciò perché è proprio la comorbilità, cioé la presenza di più patologie anche indipendenti ma simultanee ad aumentare il rischio di infarto e di ictus. Per prevenire la formazione di placche di colesterolo si deve coniugare una constante attività fisica ad una dieta alimentare equilibrata. Infine potrebbe essere utile sapere che

Conviene pranzare e cenare a quest’ora quando ormoni tiroidei e metabolismo sono al massimo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te