Ecco i trucchi per riconoscere facilmente il burro di buona qualità al supermercato e non comprare prodotti pessimi per la salute

Si sente spesso dire che il burro fa male alla salute. Ma la realtà è che un burro scadente e ricavato da prodotti primi di scarsa qualità è ancora peggio. Non tutti sanno che da pochi ed essenziali dettagli si può capire facilmente se il burro che stiamo comprando è buono.

È fondamentale sapere cosa mettiamo ogni giorno sulle nostre tavole o nelle nostre ricette. Il burro è un alimento basilare nella cucina italiana. È vero che non bisogna abusarne. Eppure ci sono studi che ritengono che un consumo moderato di burro e prodotti caseari diminuisca il rischio di infarti.

Per questo non dovremmo mai eliminarli totalmente, ma saper riconoscere quelli di ottima qualità. Dagli Esperti della Redazione di PdB, ecco i trucchi per riconoscere facilmente il burro di buona qualità al supermercato e non comprare prodotti pessimi per la salute.

Il colore del burro

Una delle caratteristiche inconfondibili del miglior burro sul mercato è il colore. Siamo abituati a comprare un burro giallastro o che si avvicina al giallo canarino. Peccato che proprio quel colore denota un burro cattivo. Infatti, il burro più è di colore bianco o panna meglio è. Quindi diffidiamo dal burro troppo scuro.

Però la domanda che sorge spontanea è come fare a vedere il colore del burro prima dell’acquisto se è confezionato? Per questa ragione sarebbe bene comprare il burro al taglio, così da osservarne le caratteristiche. Contrariamente possiamo solo basarci sulla lista degli ingredienti, come vedremo in seguito.

Ecco i trucchi per riconoscere facilmente il burro di buona qualità al supermercato e non comprare prodotti pessimi per la salute

Un altro aspetto molto importante è la lavorazione per ottenere il burro. Esistono due modi per produrlo. Il burro di colore bianco è fatto di panna o crema di latte. Il burro che prende il colore giallo è prodotto col latticello, cioè il siero del latte.

Soltanto dalla differenza di prezzo si capisce quale sia il prodotto migliore. La crema di latte costa circa 4 euro al litro, mentre il siero costa 20-30 centesimi al litro. Il burro di qualità più alta è composto dalla panna fresca che non si inacidisce durante la lavorazione. È indice di qualità quando sull’etichetta si trova scritto “da panna centrifugata”. Ecco il burro migliore che possiamo comprare e gustare.

Approfondimento

Come produrre il burro fatto in casa con una ricetta facilissima in bottiglia

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te