Ecco i tre errori da non commettere per chi arreda casa e deve abbinare porte e pavimenti

Può capitare di trovarsi a ripensare gli arredi di casa in seguito ad una ristrutturazione. Oppure semplicemente succede che abbiamo voglia di cambiare lo stile desueto degli ambienti in cui viviamo. Ci troviamo magari a dover scegliere porte, arredo e pavimento. Qualsiasi sia la ragione, dovremmo assicurarci di non prendere scelte sbagliate. Se infatti errare un abbinamento cromatico per un vestito è un problema cui si può rimediare senza troppi patemi d’animo, modificare una parte di arredamento è molto più difficile. Inoltre, la gestione degli spazi e l’armonia dei colori potrebbero cambiare la nostra percezione del luogo. E, di conseguenza, il grado di relax che viviamo quando l’attraversiamo.

Ci sono degli errori che non dovrebbero essere commessi per nulla. Infatti rischiano di creare abbinamenti cromatici e di materiali pessimi di cui ci potremmo pentire per molto tempo. Ecco i tre errori da non commettere per chi arreda casa e deve abbinare porte e pavimenti.

Occhio al buio

Il primo errore che potremmo commettere è di rendere buio e desolato qualche angolo di casa. Dunque sarebbero assolutamente da evitare abbinamenti tra materiali esclusivamente con tinte scure. Se, ad esempio, volessimo scegliere pavimento e porta dotati di colore blu scuro, marrone o nero, sarà essenziale utilizzare per lo meno sulle pareti il colore bianco.

Al contrario, quando ci troviamo di fronte a colori chiari di pavimento e pareti, potremmo divertirci a giocare con le tonalità del legno di porte e arredi. Ma evitiamo di creare abbinamenti pesanti, confusi (privi cioè di un legno dominante) e troppo coerenti (bisogna staccare i colori troppo simili). Quando ci troviamo in difficoltà con gli abbinamenti dei vari legni, ricordiamo la regola del colore bianco. Il legno con il bianco si sposa quasi sempre molto bene. Potremmo così abbinare piccoli dettagli bianchi per modulare ed intervallare i legni già presenti negli arredi. Se la nostra casa vede un largo impiego di rivestimenti interni color sasso e legno, possiamo anche utilizzare un colore grigio chiaro, che tra i vari vantaggi presenta anche quello di donare uno stile provenzale ai nostri interni.

Ecco i tre errori da non commettere per chi arreda casa e deve abbinare porte e pavimenti

Ricordiamo, poi, che i materiali non ci trasmettono delle sensazioni solo per via dei colori. Ma anche per i concetti stilistici che esprimono. La pavimentazione in marmo non potrà entrare in contatto con arredi e porte colorate. Così come il pavimento in cotto non avrà nulla di armonioso con porte decorate in stile a grottesca pompeiana. Ciò non impedisce del tutto il contrasto tra rustico e moderno, purché si trovi in armonia non solo cromatica ma anche, per così dire, concettuale. Se proprio volessimo dotarci di un pavimento colorato, allora possiamo abbinare una porta in legno dalle tonalità classiche e dalla linea sobria. Potremmo però colorare la maniglia del colore del pavimento.

Ecco delle informazioni molto interessanti per quanti volessero fare qualche calcolo sulla spesa necessaria per arredare un piccolo appartamento di 50 metri quadri.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te