Ecco i segreti dei nonni contadini per scegliere la zucca più matura e gustosa

Se c’è un alimento identitario del mese di ottobre, quello è senz’altro la zucca. Questa si presta a moltissime preparazioni come pasta, zuppe e vellutate fino a sfiziosissimi contorni facili da preparare. Tuttavia, davanti ad un’ampia scelta di ortaggi, non sempre è facile scegliere quello migliore se non conosciamo le tecniche giuste. Specialmente se viene acquistata intera, sarà difficile valutare la qualità della zucca con la sola vista e, per cui, dovremo avvalerci di altri sensi.

In nostro aiuto, per fortuna, viene la saggezza delle generazioni passate a portare consiglio.

Ecco i segreti dei nonni contadini per scegliere la zucca più matura e gustosa

Oltre alla vista, dovremo affinare l’udito per percepire lo stato di maturità dell’ortaggio. Dovremo pertanto picchiettare sulla zucca valutandone il suono. Dato che l’avanzamento di maturazione ammorbidisce la zucca, il suono da cercare sarà profondo, cupo, quasi sordo. Questo vuol dire che le fibre della zucca sono morbide e mature e, dunque, in grado di assorbire il suono. Questo concetto è validissimo anche per frutti come il cocomero o il melone.

Resistenza del picciolo

Quello che indica un buono stato di conservazione, freschezza ed integrità del gusto è lo stato del picciolo. Quando questo risulta secco, e legnoso ma ancora saldo alla zucca, questo è un segnale che indica buona qualità. Sarà, pertanto, opportuno non scegliere zucche che presentino un picciolo ancora idratato e morbido, ancora tendente al verde.

Infine la buccia non deve risultare troppo lucida e morbida. Infatti ci troveremo davanti ad una zucca matura solo quando questa presenterà una buccia più dura e grinzosa.

Conservazione della zucca

Ecco i segreti dei nonni contadini per scegliere la zucca più matura e gustosa che possiamo scegliere di cucinare subito o conservare a lungo. La zucca resiste splendidamente se conservata coperta con della pellicola e riposta al fresco in modo tale da durare per settimane.

Invece, una volta eliminata la buccia, è possibile farla a cubetti e riporla in congelatore per farla durare tutto l’inverno.

Varietà e cotture

Le specie di zucca sono veramente moltissime e trovano altrettanti utilizzi in cucina.

Ad esempio la zucca violina, riconoscibile dalla forma a pera, ha una polpa dolcissima ed è ottima per farne creme e vellutate.

La zucca mantovana invece ha la classica forma panciuta ed ha un peso medio di 5 chili, è ottima per ripieni di pasta fresca. Infine la zucca Atlantic Giant, l’iconica zucca di Halloween, è ottima per impieghi nei dolci come le torte di zucca.

Approfondimento 

Ecco 2 dolci facilissimi per sbalordire gli ospiti in meno di 1 minuto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te