Ecco i motivi di questo fastidio che può colpire il nostro occhio e quali sono i rimedi più efficaci

Quante volte ci sarà capitato di sentire una sensazione di secchezza all’interno e all’esterno dell’occhio? Magari dopo aver letto il giornale, oppure dopo essere stati per tanto tempo davanti al pc o al telefono.

I motivi possono essere tanti, anche dovuti ad un occhio particolarmente sensibile oppure all’ambiente che frequentiamo o in cui lavoriamo. Ecco i motivi di questo fastidio che può colpire il nostro occhio e quali sono i rimedi più efficaci.

Evitiamo di stare troppo esposti al sole o alle correnti fredde, e specialmente la sera posiamo telefoni e tablet sul comodino

Stiamo parlando della secchezza oculare oppure semplicemente dell’occhio secco. La causa principale è una lacrimazione decisamente insufficiente. A sua volta questa è dovuta da una continua esposizione al sole, oppure al fumo anche passivo (ci sarà capitato magari dopo una serata in un locale chiuso a contatto con fumatori). Il motivo può essere anche l’assunzione di farmaci contro le allergie alle graminacee o per il raffreddore. Anche il continuo utilizzo senza pause di lenti a contatto può causare secchezza all’occhio. Oppure in situazioni più serie a seguito di interventi chirurgici o per via della senilità.

Il motivo è spesso legato ad un fattore genetico. Può infatti capitare che abbiamo un occhio naturalmente più delicato e quindi che lacrima più facilmente. I sintomi sono spesso bruciore e pizzicore all’occhio. Un leggero fastidio se si indossano lenti oppure occhiali e in casi più estremi anche delle leggere abrasioni sull’occhio in superficie.

Questo ci porta automaticamente a toccarci gli occhi, ad aumentarne l’arrossamento e quindi a peggiorare il nostro piccolo disagio.

Per rimediare alla secchezza oculare possiamo utilizzare le cosiddette lacrime artificiali, che si trovano in farmacia sia come unguento da mettere in esterno che come gocce per l’interno.

Ecco i motivi di questo fastidio che può colpire il nostro occhio e quali sono i rimedi più efficaci

Inoltre si consiglia di stare il più possibile in posti umidificati o comunque freschi. Evitare di stare troppo esposti a sole e vento, specie se è quello freddo dell’inverno. Sbattere le palpebre quanto più ci è possibile. Evitiamo anche di stressare l’occhio a fine giornata con l’ulteriore utilizzo di tablet, cellulari o altri dispositivi digitali.

Dovremo anche, a malincuore, posare per qualche giorno sul comodino il nostro amato libro.

Sì consiglia inoltre di rivolgersi al proprio medico specie se la situazione persiste o peggiora. A volte può essere scatenata da farmaci contro il raffreddore che quindi andrebbero stoppati, ma è sempre preferibile chiedere una consulenza medica professionale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te