Ecco i lati negativi a cui devi pensare prima di comprare un furgoncino camperizzato

Ammettiamolo, tutti noi abbiamo sognato di viaggiare on the road con un furgoncino, magari uno di quei Volksvagen diventati tanto famosi con la cultura hippy.  La cosiddetta vanlife è l’obiettivo che tanti vogliono raggiungere. Il furgoncino camperizzato sembra la scelta giusta per chi vuole viaggiare in totale libertà. Attenzione però! Ecco i lati negativi a cui devi pensare prima di comprare un furgoncino camperizzato.

Ecco i lati negativi a cui devi pensare prima di comprare un furgoncino camperizzato

Come prima cosa bisogna pensare al mezzo in sé. Dimentichiamoci di quei bei video di YouTube in cui giovani di belle speranze camperizzano furgoncini vuoti. In Italia questo non è possibile. Per poter essere usato per dormire e viverci dentro un mezzo deve essere omologato camper. I furgoni tradizionali da trasporto sono omologati autocarro. Fare il passaggio è pressoché impossibile. Chi, testardo, ha voluto comunque camperizzare un furgone spesso ha dovuto fare all’estero i passaggi di omologazione!

Secondo problema è il costo. La vanlife è sempre più di moda e con questa sono aumentate le richieste per questi mezzi. Dimentichiamoci quindi furgoncini moderni per poche migliaia di euro. A quel prezzo è possibile trovare solo mezzi che possono avere anche quarant’anni, con tutti gli acciacchi dell’età.

Problemi e scomodità a cui forse non hai pensato

I problemi non riguardano però solo l’aspetto economico e legislativo. Ci sono anche delle questioni molto più pratiche. Molti furgoncini, ad esempio, hanno il tetto basso. Questo rende scomodo viverci dentro per più di pochi giorni. Chi vuole passare mesi a spasso per il mondo deve quindi optare per un mezzo col tetto alto.

Dimentichiamoci poi comfort e comodità. I furgoncini che troviamo in vendita di seconda mano, e che quindi hanno qualche anno, sono privi di accessori. Spesso questi infatti non hanno la stufa, non hanno l’acqua calda e alcuni sono perfino privi del bagno. Ecco i lati negativi a cui devi pensare prima di comprare un furgoncino camperizzato. Ma quali sono le alternative?

Una buona alternativa al furgoncino camperizzato

Una buona alternativa al furgoncino camperizzato è quello che tanti snobbano: il camper. Sì, girare in camper fa meno effetto avventura e libertà, ma nella pratica poco cambia dal viaggio con un furgoncino. E ci sono molte comodità in più. Allo stesso prezzo è infatti possibile trovare camper che hanno anche venti anni in meno. Ciò fa sì che questi siano muniti di comfort come stufa, bombole esterne (e non lo scomodo e costoso bombolone!), acqua calda, wc e doccia.

Le dimensioni leggermente più grandi li rendono perfetti per viaggi lunghi visto che i loro cassetti e mobili possono essere riempiti di vestiti e accessori. Non spaventatevi però! Queste dimensioni non sono eccessive. È possibile trovare piccoli camper in vendita lunghi quanto un furgoncino e che superano di poco i 5 metri. L’unica vera differenza, se il camper è mansardato, è nell’altezza. Questi mezzi però sono guidabili con la stessa facilità dei furgoncini e possono accedere e arrampicarsi praticamente ovunque.

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.