Ecco i consigli della nonna per ottenere un casatiello sorprendentemente soffice e goloso

Il casatiello è un piatto rustico della tradizione pasquale. È legato alla tradizione napoletana e la sua preparazione avviene nei giorni precedenti alla Pasqua. Esso solitamente si consuma nel giorno del sabato santo.

È una preparazione golosissima, che può aiutarci nel consumare ingredienti che già abbiamo in casa da tempo. Esso prevede l’utilizzo di salumi e formaggi immancabili nella preparazione di questa prelibatezza dal cui formaggio prende il suo nome. È un rustico a forma di ciambella che prevede l’utilizzo di uova intere anche per la sua decorazione.

Ecco i consigli della nonna per ottenere un casatiello sorprendentemente soffice e goloso

Utilizzare il lievito madre e rispettare i tempi di lievitazione

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Essendo una ricetta colma di ingredienti è necessario che il suo impasto sia forte per riuscire a crescere. Il consiglio è quello di utilizzare il lievito madre anziché il classico lievito di birra. Che lo farà crescere morbidissimo.

Per ogni kg di impasto utilizzare 150 g di lievito. Importantissimo inoltre è rispettare i tempi di lievitazione. Il casatiello prevede l’utilizzo della sugna che ne rallenta la lievitazione per tanto, è necessario farlo lievitare anche 24 ore. Al fine di ottenere un impasto soffice.

La lievitazione inoltre prevede 2 fasi, nella prima fase, dopo aver impastato il tutto lasciar riposare per 24 ore, magari in frigo nella parte meno fredda. Successivamente impastare, mettere nella teglia a forma di ciambella e lascia lievitare ancora per 3 h.

Abbondare con gli ingredienti e pulire bene le uova

Il casatiello è una preparazione estremamente ricca, pertanto, essere generosi nell’utilizzo degli ingredienti quali pepe, provolone, scamorza, cigoli, pancetta e salame. Le uova che servono intere per la decorazione, vanno accuratamente lavate. Esse vanno disposte con la punta verso il centro del casatiello.

Cottura e conservazione

Esso va cotto in formo a 170 °C per 70 75 minuti. Prima di estrarlo dal forno controllare con un bastoncino la sua cottura. Esso dovrà avere un aspetto dorato. Tuttavia se dovesse risultare troppo duro in superficie negli ultimi 15 minuti di cottura è necessario abbassare le temperature. Un accorgimento è quello di mettere un pentolino con l’acqua nel forno. In modo che cuocendo il casatiello rimarrà umido evitando di seccarsi in modo eccessivo.

Per mantenere inalterata la sua sofficità e la sua fragranza, è bene conservalo ben chiuso in un sacchetto per alimenti. Esso può anche essere congelato e all’evenienza scongelato e riscaldato in forno.

Se “Ecco i consigli della nonna per ottenere un casatiello sorprendentemente soffice e goloso” è stata una piacevole lettura e si gradiscono altri consigli per ottime ricette, cliccare qui.

Consigliati per te