Ecco i codici ATECO che hanno accesso all’indennizzo con il Decreto Ristori

Con il Decreto Ristori pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale si confermano nuovi contributi per le partite IVA e per i lavoratori dipendenti. Nel pacchetto di misure sono stati stanziati 5,4 miliardi. Oltre 2 miliardi saranno dedicati al contributo a fondo perduto per gli operatori economici interessati dal nuovo DPCM. I contributi saranno differenziati in base al danno economico subito.

Sono state individuate quattro fasce, con diverse scale di coefficienti di ristoro: 100%, 150%, 200% e 400%.

Per l’erogazione del contributo si fa riferimento alle compensazioni già ricevute in relazione al Decreto Rilancio. Ricordiamo quali sono le condizioni. L’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2020 deve essere inferiore  ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2019. Inoltre la partita IVA deve essere attiva alla data del 25 ottobre.

Il contributo massimo che possono ricevere i titolari di partita IVA è di 150.000 euro. Le categorie che avranno un indennizzo del 200% sono 38, per un totale di 53 categorie che potranno usufruire dell’indennizzo.

Ecco i codici ATECO che hanno accesso all’indennizzo con il Decreto Ristori

Vediamo qual è l’elenco completo delle categorie che hanno diritto all’indennizzo e i rispettivi codici ATECO:

Del 100%:

a) 493210 – Trasporto con taxi;

b) 493220 – Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente;

Del 150%:

a) 551000 – Alberghi;

b) 552010 – Villaggi turistici;

c) 552020 – Ostelli della gioventù;

d) 552030 – Rifugi di montagna;

e) 552040 – Colonie marine e montane;

f) 552051 – Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and  breakfast, residence;

g) 552052 – Attività di alloggio connesse alle aziende agricole;

h) 553000 –  Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte;

i) 559020 – Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero;

l) 561030 – Gelaterie e pasticcerie;

m) 561041 – Gelaterie e pasticcerie ambulanti;

n) 563000 – Bar e altri esercizi simili senza cucina;

Contributo del 200%

493901 – Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano;

561011 – Ristorazione con somministrazione;

561012 – Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole;

561042 – Ristorazione ambulante;

561050 – Ristorazione su treni e navi;

562100 – Catering per eventi, banqueting;

591300 – Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi;

591400 – Attività di proiezione cinematografica;

749094 – Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport;

773994 – Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi;

799011 – Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento;

799019 – Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca;

799020 – Attività delle guide e degli accompagnatori turistici;

823000 – Organizzazione di convegni e fiere;

855209 – Altra formazione culturale;

Sport, teatri, intrattenimento e cerimonie

900101 – Attività nel campo della recitazione;

900109 – Altre rappresentazioni artistiche;

900201 – Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli;

900209 – Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche;

900309 – Altre creazioni artistiche e letterarie;

900400 – Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche;

920009 – Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo);

931110 – Gestione di stadi;

931120 – Gestione di piscine;

931130 – Gestione di impianti sportivi polivalenti;

931190 – Gestione di altri impianti sportivi nca;

931200 – Attività di club sportivi;

931300 – Gestione di palestre;

931910 – Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi;

931999 – Altre attività sportive nca;

932100 – Parchi di divertimento e parchi tematici;

932930 – Sale giochi e biliardi;

932990 – Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca;

949920 – Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby;

949990 – Attività di altre organizzazioni associative nca;

960410 – Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali);

960420 – Stabilimenti termali;

960905 – Organizzazione di feste e cerimonie.

Ecco i codici ATECO che hanno accesso all’indennizzo con il Decreto Ristori del 400%

Hanno diritto ad un indennizzo del 400% coloro che rientrano nel coice ATECO 932910 – Discoteche, sale da ballo night-club e simili.

Il Presidente del Consiglio Conte ha dichiarato che l’erogazione dell’indennizzo arriverà entro il 15 novembre. Ma questo solo per chi aveva già fatto domanda con il Decreto Rilancio. In questo caso si riceverà direttamente un bonifico dell’Agenzia delle Entrate. Per approfondire, cliccare qui.

Per le nuove domande invece bisogna presentare richiesta. E l’erogazione avverrà entro la metà di dicembre.

Ed ecco i codici ATECO che hanno accesso all’indennizzo con il Decreto Ristori.

Consigliati per te