Ecco i 4 consigli poco conosciuti per realizzare un perfetto recinto per le tartarughe di terra evitando che scappino

Tutti conoscono le tartarughe, piccole, amorevoli ma soprattutto goffe per i loro movimenti lenti. In realtà non bisogna farsi ingannare dalle apparenze perché anche se goffe, sono molto abili nel fuggire dai loro recinti.

Il motivo è la loro estrema curiosità e abilità nello scavare e arrampicarsi (anche se con lentezza) per scappare. Ciò che più però preoccupa per chi possiede delle tartarughe, sono i pericoli a cui vanno incontro e per questa ragione è bene sapere fare un ottimo recinto antifuga.

Ecco i 4 consigli poco conosciuti per realizzare un perfetto recinto per le tartarughe di terra evitando che scappino.

Avere un recinto alto e che protegge dai cani

Per prima cosa è fondamentale una rete invalicabile. Le tartarughe, come detto sono scalatrici eccezionali e anche se non sono molto agili possono scavalcare ostacoli molto superiori alla loro altezza.

La recinzione deve essere pertanto alta almeno 50 centimetri senza scalini o aggrappi vari. Non è consigliabile usate delle reti da giardino proprio per questo motivo oltre che possono danneggiare le zampe di questi animaletti.

Meglio per tale ragione il legno (la cui superficie verso l’interno sia liscia), la pietra o il laterizio. Attenzione se si hanno animali domestici come i cani perché le tartarughe possono essere attaccate e per questo è importante che il recinto si inaccessibile all’amico a 4 zampe.

Evitare che scavino tunnel sotterranei e non fornire appigli alle tartarughe

Il secondo accorgimento è quello di far sì che la recinzione affondi nel terreno. Le tartarughe, infatti sono molto abili a scavare e riescono a creare delle buche profonde, fino a formare dei veri e propri tunnel sotterranei.

Per tale ragione è fondamentale interrare la recinzione per almeno 40 cm di profondità. Il terzo consiglio è quello di costruire il recinto con molte curve in modo da fornire meno appigli possibili. Infatti le tartarughe potrebbero sfruttare gli angoli retti o acuti per fuggire.

Ultimo consiglio è non dargli la possibilità di immaginare

Il quarto suggerimento è creare una barriera visiva oltre il recinto. Gli esperti, infatti, sostengono che alcune persone preferiscono fare dei recinti a maglie larghe per far vedere il panorama alle tartarughe. Questo però è molto sconsigliato.

Le tartarughe, infatti, si disinteressano del panorama. Il motivo è che il loro istinto di esplorare le induce a tentare la fuga se dall’altra parte del recinto vedono colori interessanti e cose gustose da mangiare.

Ecco quindi i 4 consigli poco conosciuti per realizzare un perfetto recinto per le tartarughe di terra evitando che scappino.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te