Ecco gli stili da evitare perché ci fanno apparire inevitabilmente più grassi

D’estate col caldo ci copriamo meno del solito. Dunque, se siamo in sovrappeso è inevitabile che allo specchio ci vediamo anche più grassi. Ma mentre riduciamo porzioni e calorie per piacerci di più, attenzione: non sbagliamo più outfit.

Ecco gli stili da evitare che ci fanno apparire inevitabilmente più grassi. Ecco la mini guida di noi Esperti di Moda di ProiezionidiBorsa.

Abiti, completi e texture

Chi si sente grasso deve evitare i motivi floreali, le stampe brillanti che sono sempre difficili da portare. Evitiamo le camicie maschili hawaiane, i bermuda a coccodrilli, ma anche gli abiti femminili a fiori giganti, travolgenti, che finiscono spesso per diventare poco lusinghieri.

Evitiamo l’intimo stretto che crea rotoli sotto i vestiti e magliette marinare a righe orizzontali.

Per gli uomini sovrappeso, meglio pantaloni e camicie leggeri in lino, comodi e fluidi. Al femminile un semplice abito nero in seta appena sopra il ginocchio, diritto o con drappeggi obliqui e un cardigan in chiffon trasparente, faranno la magia.

Finché dura l’estate, godiamoci il pareo al maschile e al femminile in spiaggia e a bordo piscina. Ma lasciamo stare gli abiti da sera lunghi fino ai piedi. Bisogna preferire, invece, gli abiti alla caviglia.

Outfit snello anche in montagna

In montagna resistiamo alla tentazione di indossare questo capo comodo e caldo, il dolcevita. E un pezzo di maglieria che, sia per lui che per lei, insacca la testa.

Meglio un maglione scollato a “V” e un paio di jeans a vita alta. Anche il cardigan è insidioso. Il modello lungo oltre metà coscia va bene per donne piccole e formose ma solo in colori scuri.

Pantaloni cargo corti da uomo

I pantaloni cargo larghi e corti sotto il ginocchio sono la cosa maschile più lontana dallo chic. Di solito vengono associati con magliette sudate e ciabatte infradito. Hanno grosse tasche sui lati stracolme di documenti, chiavi, telefoni, soldi. Meglio sceglierli nel modello slim ricavato dal taglio dei jeans. E tenere le tasche semivuote, usiamo uno zainetto.

Per le donne il modello da dimenticare è il pinocchietto caprese, tanto amato da Audrey Hepburn. Questo pantalone, se non si è semplicemente filiformi, taglia in tre parti la figura umana. E quella centrale appare tozza come un boiler. Meglio dei pantaloni palazzo in seta o maglia finissima, abbinati al tacco.

Ecco gli stili da evitare perché ci fanno apparire inevitabilmente più grassi

E passiamo finalmente alle scarpe. Per annunciare il modello da dimenticare: quello dalla punta quadrata, sia per uomini che per donne. Conferiscono uno stile sgraziato e infelice, rendono goffa anche una étoile de l’Opèra. Meglio le scarpe a punta o arrotondate che slanciano la figura e un tacco medio invece che altissimo.

Consigliati per te