Ecco finalmente l’evento musicale che ci farà tornare in pista a ballare e divertirci

Gradualmente, la vita sta tornando alla normalità. I cinema e i ristoranti hanno riaperto, i musei accolgono visitatori affamati di bellezza. Nei weekend, le strade si popolano di giovani che inseguono il divertimento. Non tutto, però, è come prima: non ancora. Gli appassionati di musica elettronica sono soggetti a molte limitazioni, e intanto la voglia di ballare aumenta. Giunge dunque come una buona notizia il ritorno, dopo due anni di assenza, di un evento molto atteso.

Ecco finalmente l’evento musicale che ci farà tornare in pista a ballare e divertirci

Parliamo del CoC, nuovo nome assunto da Club to Club. Il festival costituisce un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di musica elettronica e avant-pop, che da quasi vent’anni raggiungono Torino nel mese di novembre. Nel corso dell’edizione 2018, l’ultima prima dello stop causato dalla pandemia, si sono registrate oltre 60.000 presenze.

Dove si svolge

Club to Club è stato fondato a Torino nel 2002 dall’Associazione Culturale Situazione Xplosiva. Inizialmente, si svolgeva in un’unica serata, snodandosi attraverso un circuito di locali presso i Murazzi del Po. Nel corso del tempo, il festival si è espanso, toccando più luoghi del capoluogo piemontese. Dal 2013, uno dei siti principali è costituito dalle Officine Grandi Riparazioni, di cui abbiamo parlato in un precedente articolo. Quest’anno, tra le sedi ci sarà anche la Fondazione Sandretto re Rebaudengo, che ospiterà l’installazione We Call It Avant-Pop.

Un evento di fama internazionale

Nei suoi vent’anni di vita, Club to Club ha accolto artisti di fama nazionale e internazionale. Vale la pena di ricordare Franco Battiato, Thom Yorke, Alphex Twin e Jonny Greenwood. Un vero e proprio orgoglio, per Torino, capace di donare prestigio internazionale alla città.

Non solo musica

Dopo due anni di assenza, ecco finalmente l’evento musicale che ci farà tornare in pista a ballare e divertirci, se pure con comprensibili restrizioni. Dopo l’edizione on line dell’anno passato, chi sarà in visita a Torino tra il 4 e il 7 novembre potrà godersi tutti gli eventi dal vivo. Il programma prevede la partecipazione di artisti provenienti da tutto il Mondo. Tra i nomi, Bill Kougalis, artista e designer, lo scrittore e musicista Francesco Cavalieri, la compositrice inglese Beatrice Dillon e tanti altri.

Non solo spettacoli, in questa edizione, ma anche talk, panel e proiezioni, che si terranno all’interno delle OGR. Un’occasione unica per fare dialogare creativi nazionali e internazionali, e per tornare a divertirsi immergendosi nella musica e nell’arte.

Consigliati per te